Ancelotti: “Male l’approccio, non sempre rimonti”

published at 23:26 in BREAKING NEWS, COPERTINA, IN EVIDENZA, INTERVISTE
Ancelotti: “Male l’approccio, non sempre rimonti”

Questa volta non è riuscita la rimonta al Napoli, che cade sul campo della Sampdoria. Vittoria blucerchiata per 3-0 al Ferraris e azzurri che si fermano, dopo i primi due successi contro Lazio e Milan. Questo il commento di un deluso Carlo Ancelotti: “La situazione è chiara, abbiamo avuto lo stesso inizio di partita anche nelle altre due partite – ha dichiarato l’allenatore del Napoli a Sky Sport – Le altre volte siamo riusciti a ribaltare, questa volta no. Abbiamo problemi di approccio, abbiamo regalato il primo tempo con un brutto atteggiamento. Quando vai sotto subentrano poi paure e difficoltà. In difesa dobbiamo essere più attenti, soprattutto nella prima parte del match. Il nervosismo nel finale ci sta, ma non ci sta l’atteggiamento del primo tempo. Abbiamo cercato di far pressione alta fin dall’inizio, ma a volte l’abbiamo fatto in ritardo. Non è una questione di movimenti, ma di atteggiamento. Arrivi in ritardo, loro mettono palla dentro e ti trovi sbilanciato”.

“Vorrei che la squadra iniziasse le partite come le finisce”

Due cambi a inizio gara, con Verdi e Diawara al posto di Hamsik e Callejon. Ancelotti ha scelto di lasciare fuori due dei titolarissimi del Napoli di Sarri: “Se fosse questo il motivo della sconfitta sarebbe una cosa buona, vorrebbe dire che è colpa mia – prosegue – Invece il problema è stato l’atteggiamento generale, abbiamo spinto anche poco con i terzini, soprattutto nella prima parte. Dei segnali li ho avuti nel secondo tempo, quando abbiamo lottato. Vorrei che la squadra iniziasse le partite come le finisce, c’è bisogno di intensità e lotta”.

Giampaolo: “Siamo stati bravi a reagire”

Umore decisamente opposto per Marco Giampaolo: “Per vincere dovevamo abbassare il livello di attenzione del Napoli – ha dichiarato a Sky l’allenatore blucerchiato – La Samp ha fatto una gara di grandi contenuti, abbiamo saputo soffrire. Sono contento, questa settimana tanti calciatori erano stati criticati eccessivamente ma siamo stati bravi a reagire. Quagliarella ha fatto un gol straordinario. Tonelli? Avevo detto al club che sarebbe potuto arrivare anche nell’ultimo giorno, è uno che ha conoscenze e ha lavorato tanto con Sarri. Il problema era solo di natura fisica, ma ha personalità e non mi dà alcuna preoccupazione”.

Fonte: SkySport

Questo articolo è stato letto 705 volte

You must be logged in to post a comment Login