Le probabili formazioni dell’ottava giornata

Ultima fatica prima della pausa per gli impegni delle varie Nazionali. Per alcune squadra termina un mini ciclo di partite che è stato decisamente pesante. Ci sarà tempo e modo per ricaricare le energie: nel frattempo bisogna scendere di nuovo in campo. Milan e Lazio, ultime in ordine di tempo a giocare in Europa, avevano fatto inizialmente riposare qualche titolare. In campionato però Inzaghi e Gattuso ributteranno nella mischia quasi tutti i ‘titolarissimi’. Allegri deve sciogliere il nodo Bernardeschi-Dyabala. Crisitano Ronaldo è inamovibile mentre Mandzukic dovrebbe conservare una maglia da titolare. Nella Fiorentina rischia il posto Pjaca dopo la non felice prestazione di settimana scorsa. Spalletti potrebbe far riposare de Vrij e Nainggolan. Come al solito, quasi nulla è scontato e quindi analizziamo le possibili formazioni dell’ottavo turno grazie al prezioso e costante lavoro degli inviati di Sky.

TORINO-FROSINONE, oggi ore 20:30

Torino, Zaza e Iago cercano posto

Mazzarri dovrebbe confermare il 3-5-1-1 che tradotto significa ‘Gallo’ Belotti e basta. Zaza, dopo il gol vittoria contro il Chievo, sperava di potersi giocare una chance da titolare ma con tutta probabilità resterà un utile cambio. Non di più. Stesso discorso per Iago Falque che si è ripreso dopo lo stop ma che evidentemente non ha ancora 90’ nelle gambe. Dietro torna Moretti; fasce presidiate da Ola Aina e Berenguer. Soriano pronto a innescare Belotti.

Frosinone, Ciofani in pole

L’attacco del Frosinone si è sbloccato. Non c’è più quel brutto zero alla voce gol fatti ma ora serve anche la rete su azione. Ciano si gioca il posto con Campbell mentre Ciofani dovrebbe scalzare Perica. L’ex Udinese ha avuto un inizio di stagione davvero difficile e deve riconquistarsi il posto nell’XI titolare. In difesa indisponibile Capuano: spazio a Krajnc.

CAGLIARI-BOLOGNA, sabato ore 15

Cagliari, duello Pisacane-Andreolli

Ci sono due assenti nella difesa rossoblù: Maran deve rimpiazzare Klavan e a sinistra non recupera Lykogiannis. Nel mezzo Pisacane è leggermente favorito su Andreolli ma il ballottaggio è ancora aperto. A centrocampo Cigarini potrebbe scalzare Bradaric mentre in attacco Joao Pedro è insidiato da Ionita. Farias non è al top e al fianco di Pavoletti ci dovrebbe essere Sau.

Bologna, ballottaggio in attacco

Inzaghi potrebbe confermare la fiducia a Calabresi anche se Gonzalez spinge per tornare ad essere titolare. Per quel che riguarda Pulgar, settimana scorsa era a disposizione ma non è nemmeno entrato a gara in corso. Possibile che il cileno sia nella formazione titolare contro il Cagliari anche se in questo momento è difficile rinunciare a Svanberg. Buone notizie arrivano da Donsah che è tornato ad allenarsi col gruppo e potrebbe andare in panchina. Davanti intoccabile Santander: duello Okwonkwo-Falcinelli per l’altra maglia.

UDINESE-JUVENTUS, sabato ore 18

Udinese, un solo dubbio per Velazquez

Abbiamo imparato che per ora Julio Velazquez non ama cambiare formazione. Contro la Juventus la linea difensiva sarà sempre la stessa. In attacco il riferimento è Lasagna. Tra centrocampo e fasce c’è il ballottaggio Pussetto-Machis con il primo che spera di essere confermato dopo la rete del momentaneo vantaggio contro il Bologna. Difficile infine che Behrami, De Paul, Mandragora e Fofana possano perdere il posto. Barak infatti non ha ancora pienamente soddisfatto.

Juventus, fuori in tre. Ritorna De Sciglio

Khedira e Rugani sono ai box; Douglas Costa è squalificato. Contro l’Udinese dovrebbe tornare (dalla panchina) Mattia De Sciglio. Nel ‘Derby bianconero’ Allegri sceglierà ancora Mandzukic e Cristiano Ronaldo. Al momento, per il terzo slot, è favorito Dybala ma con Bernardeschi sarà testa a testa fino all’ultimo. Possibile che tra centrocampo e difesa qualcuno tiri il fiato: Chiellini aveva già riposato quindi dietro l’indiziato numero uno è Bonucci.

EMPOLI-ROMA, sabato ore 20:30

Empoli, La Gumina pronto a tornare

Tra acciaccati e indisponibili, verrebbe da pensare che la formazione anti-Roma sia già pronta: in difesa Veseli farà ancora l’esterno sinistro. A centrocampo Bennacer è ancora in pole ma indiziato per innescare una staffetta col rientrante Acquah. Zajc punto fermo dietro il tandem d’attacco che dovrebbe tornare a comprendere anche La Gumina dopo che nell’ultimo turno era toccato a Mraz.

Roma, monitorato Kolarov

Contro l’Empoli non ci sarà Javier Pastore. Il problema accusato nel Derby lo farà rientrare forse dopo la sosta. Come contro la Lazio, toccherà a Pellegrini prenderne il posto dietro a Dzeko. L’attacco empolese non ha la stesso potenziale di quello della Lazio e quindi Florenzi dovrebbe tornare ‘basso’ con Under al rientro come esterno sinistro. Dubbio De Rossi: il capitano non è al meglio e potrebbe riposare. Nel caso toccherebbe a Cristante affiancare Nzonzi.

GENOA-PARMA, domenica ore 12:30

Genoa, un dito ferma Biraschi

Il nuovo assetto di Ballardini sta regalando ottimi dividendi: Criscito in difesa con Lazovic a sinistra e Kouamè ad assistere Piatek. E’ una formula che nessuno, allenatore per primo, vuole snaturare. Contro il Parma dietro potrebbe mancare Biraschi che ha un problema al dito. Non dovesse farcela è pronto Gunter: a centrocampo va verso la conferma Sandro.

Parma, Gervinho si unisce alla lista infortunati

Il mattatore della vittoria contro l’Empoli, al ‘Ferraris’ sarà al massimo in tribuna. Gervinho non ha recuperato dal problema muscolare che lo ha colpito e dovrà rinunciare alla sfida. L’infermeria è quindi sempre affollata: Sierralta e Dimarco sono anche loro fuori causa mentre Inglese e Gagliolo sono in forte dubbio. Il titolare in attacco, al momento, è Ceravolo. Biabiany, Di Gaudio e Ciciretti si giocano due maglie.

ATALANTA-SAMPDORIA, domenica ore 15

Atalanta, Rigoni in pole. Ilicic in panca

I dubbi di mister Gasperini riguardano sempre le fasce e una posizione nel triangolo offensivo. Il copione si ripeterà anche per la gara interna contro la Sampdoria: davanti ci sarà il grande ex Duvan Zapata. Con il ‘Papu’ Gomez dovrebbe esserci Rigoni, favorito su un Pasalic un po’ in fase discendente. Sulle corsie Adnan e Castagne provano ad avere la meglio su Hateboer e Gosens. In difesa recuperato Masiello.

Sampdoria, tre candidati per un posto

Giampaolo non dovrebbe sorprenderci né in difesa né in attacco. Colley punta a scalzare Tonelli mentre il duo Quagliarella-Defrel sarà ancora titolare. Il problema riguarda chi dovrà agire alle loro spalle. Ramirez sembra aver perso posizioni nella gerarchia dell’allenatore blucerchiato; Caprari è quello che ha dato maggior garanzie ma con un Linetty in più a centrocampo, Praet non scivolerebbe in panchina ma sarebbe il terzo candidato nel ruolo di trequartista.

LAZIO-FIORENTINA, domenica ore 15

Lazio, Radu recupera. Chance anche per Caicedo?

Il giovedì di Coppa ha visto la Lazio perdere (male) in Germania. Un po’ di turnover contro l’Eintracht c’è stato ma Caicedo, che sarebbe dovuto partire titolare, ha avuto la febbre. Domenica non è escluso che Inzaghi ricorra (anche) a lui dal 1’. Luis Alberto e Correa si giocano una maglia con il primo in leggero vantaggio. In difesa potrebbero esserci cambiamenti con il rientro di Radu (che non era a disposizione nel Derby) e con Luiz Felipe che a quel punto entrerebbe in ballottaggio con Wallace. In mezzo occhio alla possibile chance per Badelj

Fiorentina, un paio di ballottaggi da risolvere

Pjaca sì o Pjaca no? Il talento viola è reduce da una prova parecchio incolore e le sue quotazioni sono in discesa: possibile che Pioli scelga di proporre nell’XI titolare uno tra Eysseric e Mirallas. Dubbio anche a centrocampo: Veretout e Gerson, salvo sorprese, dovrebbero far parte dell’XI titolare. Per la terza maglia è battaglia aperta tra Edimilson e Benassi con il secondo in vantaggio ma con il primo che potrebbe ‘rientrare dalla finestra’ scalzando, nel caso, Gerson.

MILAN-CHIEVO, domenica ore 15

Milan, dopo la Coppa riecco i titolarissimi

Kessié, Calhanoglu e Musacchio. Eccezion fatta per Donnarumma, i tre citati non erano nell’XI titolare nella sfida contro l’Olympiacos. Domenica invece Gattuso li riproporrà dall’inizio. Titolare anche Higuain che contro i greci ha retto bene, senza fastidi, per oltre 90’. In difesa potrebbe essere confermato Abate, tra i migliori contro il Sassuolo, mentre sull’altro versante Laxalt potrebbe scalzare Rodriguez. Cutrone e Castillejo destinati alla panchina.

Chievo, un possibile assente per reparto

D’Anna deve fare la conta: Djordjevic, Cesar e Tomovic a San Siro non ci saranno. Cacciatore, Obi e Giaccherini rischiano di non farcela e quasi sicuramente l’allenatore gialloblù non riuscirà a recuperarli tutti e 3. Formazione quindi quasi fatta: senza Cacciatore, uno tra Depaoli e Jaroszynski sarà dirottato in fascia. Senza Obi non ci sarebbero ballottaggi in mezzo con titolari Rigoni, Hetemaj e Radovanovic. Non dovesse farcela Giaccherini, spazio a Leris.

NAPOLI-SASSUOLO, domenica ore 18

Napoli, due soluzioni per rimpiazzare Mario Rui

Ancelotti dovrà fare a meno dello squalificato Mario Rui. Ghoulam potrebbe rientrare tra i convocati ma vederlo in campo dal primo minuto sarebbe una vera sorpresa. Luperto o Hysaj le due alternative: nel secondo caso, con l’albanese a sinistra, dentro Malcuit sull’altro versante. In mezzo possibile che Diawara parta titolare mentre in attacco solito ballottaggio tra Milik e Mertens.

Sassuolo, senza Duncan spazio a Sensi

De Zerbi, con tutta probabilità, si affiderà al 4-3-3 con Marlon e Ferrari centrali anche se Magnani spera ancora di poter dire la sua per essere nell’XI titolare. In mezzo Duncan è a rischio e se non dovesse farcela ci sarebbe Sensi in pole. Locatelli e Magnanelli si giocano una maglia mentre in attacco nulla porta a pensare che il trio Berardi-Boateng-Di Francesco possa essere separato.

SPAL-INTER, domenica ore 20:30

Spal, Valoti e Petagna ancora in vantaggio

Contro l’Inter, Semplici non dovrebbe modificare assetto e uomini. Kurtic è indisponibile e ci sono Everton Luiz e Valoti che si giocano il posto nel ruolo di interno sinistro. A sinistra pronto al rientro Fares dopo che Costa era stato promosso in fascia. Davanti Paloschi spera di scavalcare Petagna ma l’ex atalantino resta in vantaggio sul compagno di reparto.

Inter, Nainggolan a riposo?

Anche i Ninja hanno bisogno di rifiatare un po’: ecco che quindi Spalletti potrebbe pensare ad un turnover che coinvolga il belga ex Roma. Nainggolan però potrebbe non essere il solo a osservare un giro di riposo: Vecino e de Vrij sono gli altri indiziati. Difficile però che tutti e tre non siano della partita. Miranda, Gagliardini e Lautaro Martinez paiono essere i naturali sostituti dei tre ‘a rischio’.

Fonte: SkySport

Commenti