LE ALTRE DI A

Fiorentina-Cagliari 1-1: Veretout e Pavoletti

FIORENTINA-CAGLIARI 1-1

60′ rig. Veretout, 69′ Pavoletti

Fiorentina (4-3-3): Lafont; Milenkovic, Pezzella, Hugo, Biraghi; Edimilson, Veretout, Gerson (78′ Eysseric); Chiesa, Simeone (86′ Vlahovic), Pjaca (70′ Mirallas). Allenatore: Stefano Pioli

Cagliari (4-3-1-2): Cragno; Faragò, Ceppitelli, Pisacane, Padoin; Ionita, Bradaric, Barella; Castro (90′ Dessena); Joao Pedro, Cerri (62′ Pavoletti). Allenatore: Rolando Maran

Una vittoria contro il Cagliari avrebbe davvero catapultato la Fiorentina a ridosso delle primissime. E l’illusione dei tre punti conquistati si era materializzata nel momento in cui l’arbitro Giacomelli aveva assegnato (con l’ausilio del VAR) un calcio di rigore, per fallo di Barella su Chiesa, che il solito Veretout aveva trasformato. Ma la Fiorentina ha dovuto fare i contti con un certo Pavoletti, diventato papà nella notte, poche ore di sonno, partito dalla panchina e risultato comunque decisivo per la sua squadra. Una zampata, un graffio da vero centravanti ha strozzato l’urlo in gola ai tifosi dei viola. Urlo già ovattato per tutta la durata del match da un vento fortissimo che ha spirato sul Franchi e ha condizionato la gara modificandone atteggiamento e soluzioni per chi (un tempo per parte) ne poteva usufruire della spinta. E se, nella prima frazione, era stato il Cagliari ad avere più in mano il pallino del gioco con i tentativi viola di ripartire con blocco compatto e palla a terra, nella ripresa il copione è cambiato. A fare la differenza (momentanea) per la squadra di Pioli è stato il solito Chiesa che già pericoloso nel primo tempo con una conclusione che ha sfiorato il palo, nella ripresa ha prima mancato il vantaggio con un colpo di testa da favorevolissima posizione e poi si è guadagnato, come detto, il rigore che ha segnato il temporaneo vantaggio della Fiorentina. Paradossalmente il Cagliari, che nel primo tempo aveva provato a trovare invano gli spazi per concludere da fuori area, ha pareggiato con un’azione manovrata che ha portato Faragò a crossare forte e teso un pallone dalla destra sul quale si è fiondato, in anticipo su Pezzella, Pavoletti (primo gol in questo campionato segnato con i piedi, gli altri tutti di testa). Le occasioni non sono mancate nel finale, Pisacane ha salvato su Simeone praticamente lanciato a rete, Lafont ha parato d’istinto un pallone piombatogli nello specchio della porta dopo una conclusione di Joao Pedro. Ancora straordinario Cragno su piattone di Chiesa. Alla fine, forse, il risultato di parità è quello più giusto. La Fiorentina in zona Europa, il Cagliari guadagna un punto per respirare.

Fonte: SkySport

Commenti
Segui il canale PianetAzzurro.it su WhatsApp, clicca qui