United, pessimi trasporti: giocatori protestano

Clima sempre più teso, intorno al Manchester United. La causa principale restano i cattivi risultati ottenuti finora dai Red Devils, al decimo posto in Premier League e reduci dalla sconfitta in Champions League con la Juventus di martedì scorso. Proprio prima di quella partita, si è verificato nuovamente un episodio che non è andato giù alla squadra e che ha portato alcuni membri della rosa a cominciare una protesta con la società. Diversi membri della prima squadra, infatti, avevano in programma un evento organizzato dagli sponsor del club ieri sera. Un appuntamento di routine, dal momento che una volta al mese al centro sportivo dello United gli sponsor hanno l’opportunità di conoscere i calciatori, fare foto e domande. Ashley Young, Lee Grant, Marcus Rashford e Paul Pogba hanno preso parte all’evento, mentre altri hanno rifiutato l’invito (tra cui anche l’allenatore José Mourinho), per protestare contro i problemi avuti negli ultimi spostamenti che hanno provocato ritardi sanzionati anche dall’UEFA. La dirigenza del Manchester è a lavoro per un nuovo piano di trasporti, che possa risolvere le difficoltà incontrate per le gare infrasettimanali; ovviamente, sarà necessario un confronto con le istituzioni per trovare la soluzione migliore per la squadra e l’ordine pubblico.

Fonte: Sky

Commenti