Pedullà, De Marco, Torchia, Di Campli, Sergio, Biasin e Monforte a Radio Marte

A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Alfredo Pedullà, giornalista
“Prandelli? Prima del derby avevano già fatto tutto, poi dopo la gara con l’Entella Preziosi ha deciso di puntare su Prandelli.
Chiesa è una storia tutta da vivere, tra l’altro la Fiorentina ha altri problemi, ma si parte da 60 milioni. Il Napoli è assatanato, è una riserva sciolta da sempre: è da un anno che De Laurentiis ci prova e il rapporto tra Ancelotti e il papà di Chiesa lo conosciamo per cui dipenderà tutto dal calciatore e dalla sua volontà.
Zielinski ha avuto un inizio boom, poi qualche frenata, ma mi fa ridere chi dice che non ha personalità. E’ un ragazzo del ’94 e mi da fastidio quando ex addetti ai lavori danno giudizi. Sarà una battaglia per capire chi la spunterà, ma Zielinski è un assegno in bianco e il contratto va rimodulato.
A gennaio il Napoli al 90% lavorerà per giugno e quindi mi lascio il 10% per le occasioni, ove mai ce ne saranno. Continuerà ad esempio, il Napoli a monitorare Lazzari ma anche i due del Genoa”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea De Marco, ex arbitro
“Guida al Var? Guida e Orsato sono due arbitri completamente diversi. Irrati è il miglior arbitro designato per Juve-Inter, credo invece che Massa verrà designato per Juventus-Roma.
In futuro credo che ci sarà un corpo di arbitri solo per il Var: è un’ipotesi che stanno vagliando. Fare l’arbitro in campo e stare davanti alla tv sono due lavori completamente diversi. Allenandosi solo a fare il Var, credo che si possa migliorare. Ci sono tanti margini di miglioramento e quest’anno per esempio, tanti errori poteva essere evitati con un buon lavoro davanti al monitor, ma c’è da lavorare duro.
Napoli-Frosinone? Manganiello ha avuto molti problemi quest’anno, è stato fermato dopo il famoso Bologna-Udinese per cui la stagione non è iniziata nel migliore dei modi. Il Var sarà Nasca che ha fatto Napoli-Chievo e non ha dato il rigore su Callejon. Probabilmente il designatore ha valutato correttamente la sua decisione altrimenti non sarebbe stato rimandato a Napoli”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Davide Torchia, procuratore di Rugani
“Spero che Rugani stasera giochi, ma non credo. Bonucci e Chiellini immagino siano i due titolari contro l’Inter. La Juve ha una costituzione di squadra di grandissima quantità e qualità. Allegri ha portato le sue idee pian piano e quando la Juve ha la palla si schiera come se fosse a 3 e gli esterni salgono.
Il campionato non è finito perchè la Juve ha tanti punti, ma dovrà affrontare partite difficili. Le concorrenti non stanno andando male, il problema è che la Juve sta facendo meglio.
Stabilizzarsi in Europa è fondamentale per il Napoli e andare in Champions ogni anno ti dà una forza mentale ed economica incredibile, oltre ad un appeal pazzesco.
Il Napoli ha chiesto Rugani ed è stato cortese e gentile perchè ha avuto delle attenzioni tecniche. Questa fa piacere, ma la Juve non ha mai voluto fare trattative”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Donato Di Campli, procuratore tra gli altri di Favilli
“C’è ancora troppa differenza tra la Juve e tutte le altre, ma la serie A resta un campionato affascinante. Il Napoli ha una continuità importante perchè è squadra solida.
Favilli? Speriamo il Genoa si stabilizzi e trovi un po’ di tranquillità. Favilli dopo l’infortunio al crociato è completamente recuperato e sono certo che farà bene: sarà il prossimo centravanti della Nazionale. La sana concorrenza con Piatek farà bene a tutti”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Raffaele Sergio, ex calciatore, attuale direttore sportivo
“Gli esterni del Napoli son molto validi e le critiche a Hysaj e Rui non le condivido, parliamo di calciatori di livello europeo. Ghoulam era uno dei terzini più forti d’Europa, peccato per l’infortunio, ma lo aspettiamo.
La lotta per lo scudetto è difficile, ma se c’è una squadra che può contrastare la Juve è il Napoli, tutte le altre non sono all’altezza”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Fabrizio Biasin, giornalista
“Irrati mi piace, non ha paura di arbitrare. Bisogna fidarsi degli arbitri e con Irrati sono moderatamente tranquillo, secondo me è proprio bravo. Juve-Inter deve dare tanti segnali e dire a che punto è l’Inter per esempio. L’ultimo scontro tra le due formazioni ha detto che l’Inter era all’altezza e stasera mi aspetto di vedere una squadra nerazzurra coraggiosa.
La Juve ha le risorse che non hanno le altre squadre e sul lungo periodo è destinata a scappare. Mi sembra troppo matura la Juventus per perdere un vantaggio già consistente a questo punto della stagione”.
A Radio Marte nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Roberto Monforte, giornalista di Radio Day
“Longo è tranquillo ed equilibrato ed è ciò che serve in una gara complicata come quella col Napoli. L’allenatore del Frosinone ha parlato in toni lusinghieri di Napoli, com’è giusto che sia ed ha chiesto ai suoi di mettere molta attenzione in campo.
Ciano è reduce da 3 settane di stop ed è in dubbio per la gara col Napoli, l’altro ex, invece, Maiello, ci sarà. Il Frosinone ha già fatto la rifinitura e partirà nel pomeriggio”.

Questo articolo è stato letto 208 volte