Santacroce: “Contro la Pro Piacenza potevamo fermarci, ma volevamo dare clamore alla vicenda”

A Radio Marte nel corso della trasmissione Marte Sport Live è intervenuto Fabiano Santacroce, difensore del Cuneo

“Abbiamo voluto dare un segnale a tutto il movimento calcistico e volevamo far parlare tanto di Cuneo-Pro Piacenza. Certo, potevamo fermarci, ma non abbiamo voluto farlo per dare clamore alla vicenda. Una squadra che non paga gli stipendi agli addetti ai lavori e ai giocatori non può esistere e tutti i giocatori tesserati della Pro Piacenza ora sono a casa. Era una partita di calcio professionistico e se si ha il coraggio di presentarsi in 7, un massaggiatore e dei ragazzini che non fanno neanche parte del settore giovanile mi rode”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 1728 volte