Gli interventi di Enzo Bucchioni, Luca Marchetti, Mariano Bogliacino, Salvatore Caiazza e Ivan Zazzaroni a Radio Marte

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Enzo Bucchioni, giornalista

“Il 4-2-3-1 se lo giochi quando la squadra non sta bene mette a nudo tutti i limiti. Il Napoli ad inizio stagione lo ha fatto, ha incassato tante reti, ma Ancelotti è corso ai ripari ed ha capito che doveva cambiare l’assetto in campo tornando al 4-4-2 dando più equilibrio. Il Napoli ora non ha perso la capacità di attaccare, ma ha trovato equilibrio.

Il Napoli non deve abbassare la guardia dopo la bellissima partita contro il Liverpool e domenica deve dimostrare di essere pronto dal punto di vista mentale, prima ancora che di quello tecnico. Il Lecce deve essere il Liverpool”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Luca Marchetti, giornalista

“Napoli e Juve sono quelle meglio messe in attacco. Gli azzurri hanno caratteristiche tutte diverse e Ancelotti quest’anno potrà divertirsi ad iniziare le partite in un modo e finirle in un altro. Al momento, l’attaccante più forte del Napoli credo sia Lozano e Ancelotti lo ha sempre fatto giocare quando è stato a disposizione. Con Icardi l’attacco del Napoli sarebbe stato ancora più forte, ma poi non sarebbe arrivato Llorente. Moralmente è Mertens che si è preso il peso dell’attacco del Napoli, ma ad essere determinate è anche Callejon, l’equilibratore. Non credo ci sia un problema di rapporti tra Mertens e Callejon ed il Napoli e per questo non mi preoccuperei più di tanto circa il loro rinnovo contrattuale”.  

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Mariano Bogliacino, ex calciatore del Napoli

“I miei anni di Napoli sono stati bellissimi, era l’inizio di De Laurentiis per cui miglioravamo di anno in anno. Quando posso, il Napoli lo guardo sempre. Ha una marcia in più, ma attenzione al Lecce che è motivato dal ritorno in serie A. 

Sto ancora giocando, nella serie B uruguaiana, mi piace troppo. Quel gol alla Juve lo ricordo e i tifosi sempre me lo ricordano.

Il Napoli ha due attaccanti per ogni ruolo e questa competizione fa solo bene alla squadra perché c’è tanta qualità”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Salvatore Caiazza, giornalista

“Il Napoli dopo l’esaltazione in Champions deve dimostrare che può battere anche una squadra normale come il Lecce. La squadra di casa domenica vorrà mettersi in mostra, è euforica della serie A e di certo contro il Napoli avrà delle motivazioni in più. 

L’attacco del Napoli è completo ed ha anche un leader: Dries Mertens. Questo reparto può fare la differenza contro chiunque”. 

A Radio Marte, nel corso di Marte Sport Live è intervenuto Ivan Zazzaroni, giornalista

“L’attacco del Napoli è formabile a livello di soluzioni perché con quegli uomini puoi anche allestire 2 squadre in zona offensiva. C’è un giocatore che attizza di più in questo momento: Mertens. Non credo che il belga pensi ai vari record, oppure a raggiungere Hamsik in vetta alla classifica dei marcatori del Napoli, Mertens è diventato napoletano e i napoletani questo lo sentono, per questo lo hanno ribattezzato Ciro. Credo che l’idea di rinnovo di Mertens non sia un biennale, ma si punti a rinnovare anno per anno. 

Napoli-Liverpool doveva finire 0-0, poi però sono arrivati i 2 gol del Napoli ed il calcio è questo. Sono rimasto sconcertato dalle prime 3 gare del Napoli in campionato mentre contro il Liverpool mi ha esaltato per cui la stagione è nelle mani del Napoli: in base a come giocherà ci renderemo conto dove potrà arrivare”. 

Commenti

Questo articolo è stato letto 702 volte