Napoli: bloccati gli stipendi di marzo dei giocatori e cassa integrazione per i dipendenti

Il presidente del Napoli, seguendo le misure adottate da altri club, per combattere la crisi economica che l’emergenza ha portato anche nel calcio ha deciso di congelare gli stipendi del mese di marzo dei calciatori e di mettere in cassa integrazione tutti i dipendenti della società. La notizia è apparsa stamattina sul quotidiano ” La Repubblica”.  De Laurentiis, inoltre cercherà un’intesa di massima con Mertens ed Insigne, i due cosiddetti sindacalisti della rosa. Nell’eventuale accordo potrebbero rientrare le famose multe per l’ammutinamento post gara col Salisburgo.  Il club partenopeo avrà una proroga di due mesi  per pagare gli stipendi. Ricordiamo che il Napoli è tra i pochi club italiani sempre puntuali nei pagamenti. In questo momento tragico, sotto tutti i punti di vista, ciascuno sarà obbligato a delle rinunce. Non dovrebbero esserci problemi, è giusto che responsabilità e buonsenso siano le caratteristiche principali per far fronte a questa assurda situazione.

Commenti