L’Inter è alle Final Eight di Europa League. Getafe battuto 2-0 con Lukaku ed Eriksen

Inter-Getafe 2-0 (33′ Lukaku, 83′ Eriksen)

L’Inter batte 2-0 il Getafe e stacca il pass per la Final Eight di Europa League. Gran bella partita alla Veltins Arena di Gelsenkirchen, con i nerazzurri che ottengono la qualificazione grazie alle reti, una per tempo, di Romelu Lukaku e Christian Eriksen.

6 conclusioni a 0 per il Getafe nei primi 20′ – L’avvio degli uomini di Bordalas è da applausi: dopo una manciata di secondi Maksimovic anticipa Godin di testa ma Handanovic è reattivo. Poi in rapida successione ci prova Etxeita e soprattutto Mata, ottimamente imbeccato da Cucurella. Ma l’attaccante spagnolo perde troppo tempo e Bastoni riesce a recuperare la posizione.

Lautaro suona la carica, Lukaku firma il vantaggio – Al 25′ e al 27′ doppia occasione Inter targata Lautaro Martinez, ma in entrambe le occasioni il numero 1 iberico Soria è bravo a mantenere imbattuta la porta. Un minuto dopo ci prova D’Ambrosio con un’incursione su punizione di Brozovic, ma la svolta c’è al 33′: lancio profondo di Bastoni per Romelu Lukaku. Il belga controlla in corsa, tiene lontano Etxeita col fisico e lascia partire un mancino incrociato imparabile per Soria, firmando l’1-0.

Lo spartito si inverte: Inter parte forte a inizio ripresa – A differenza del primo tempo, l’Inter parte fortissimo alla ricerca del secondo gol. E nei primi 3 minuti ci provano Barella da lontano e D’Ambrosio con una spettacolare sforbiciata da corner, ma il Getafe regge.

Il Getafe sbaglia un rigore, Lukaku non la chiude – Al 67′ Mata impensierisce Handanovic con un colpo di testa. Ma l’occasione clamorosa per il Getafe capita sui piedi di Jorge Molina al 76′: l’arbitro Taylor, dopo un on field review, punisce un mani di Godin col calcio di rigore. Sul dischetto va il numero 19 degli spagnoli che però spara clamorosamente fuori alla destra di Handanovic. Sulla ripartenza, contropiede Inter con Barella che beffa la difesa spagnola e mette in mezzo per Lukaku, che clamorosamente sbaglia il raddoppio da pochi passi.

Eriksen entra e segna – All’82 Christian Eriksen fa il suo ingresso in campo e dopo pochi secondi chiude il match: lancio lungo di Bastoni, il danese lavora sulla destra per D’Ambrosio e va a riprendere la respinta della difesa iberica trovando il 2-0 con un sinistro secco e preciso. E’ il punto esclamativo di una gara che sancisce il passaggio del turno dell’Inter che entra così nel lotto delle pretendenti che si sfideranno nella Final Eight.

TuttoMercatoWeb.com

Commenti