Gli interventi di Francesco Baiano e Raffaele Carlino a Radio Marte

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Francesco Baiano, allenatore.
“Napoli-Milan partita di cartello, sono le più belle da vedere insieme al Sassuolo. Il Napoli gioca in casa e dovrà cercare di farla sua, anche se ormai non c’è vantaggio nello giocare in casa o farlo fuori. Né il Napoli né le altre hanno il 12° uomo in campo. Gara importante ma che può solo dare qualche indicazione o certezza sul futuro del campionato. Mertens punta con Elmas dietro? Potrebbe esserci anche un ballottaggio con Zielinski. Mertens in quel ruolo ovviamente non è un rischio, poi il modulo lo deciderà Gattuso. Il Milan è arrivato al massimo del proprio potenziale, il Napoli invece deve seguire il suo allenatore. Le partite vanno chiuse e giocate con il coltello tra i denti, se il Napoli lo fa può vincere contro chiunque. Insigne? Non so perché ha problemi a Napoli ma una cosa è certa: quando giochi nella tua città la gente vuole sempre qualcosa in più. Insigne veniva contestato e faceva delle buone partite, altri facevano peggio e non venivano contestati. Allo straniero diamo sempre delle scuse ma io sono dell’idea che se uno è forte, è forte. Le dimensione del campo sono quelle, da tutte le parti del mondo. Insigne è un un fuoriclasse, uno dei più bravi a livello tecnico in Italia. Ovvio, non è una macchina, non può stare sempre bene”.

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Marte Sport Live” è intervenuto Raffaele Carlino, Presidente del Napoli Femminile.
“Insigne? Non si può mai discutere, è un fuoriclasse. Purtroppo noi napoletani non amiamo spesso i nostri concittadini, anche con Juliano e Montefusco avvenne. Noi a breve avremo Bari e Verona che sono alla nostra portata. Il COVID-19 ci ha portato tante problematiche che non ci aspettavamo ma anche quando abbiamo perso non abbiamo mai demeritato. Sicuramente a dicembre interverremo, non possiamo perdere la categoria perché sarebbe veramente un peccato. Ho sponsor e imprenditori importanti alle spalle, è una responsabilità infinita. La classifica non rispecchia né il progetto, né il valore della squadra. Barra ci ha accolto benissimo, non vedo l’ora di riempire lo stadio quando sarà possibile. Lo sport femminile richiede di essere visto, TIM Vision e Sky ci hanno dato una grossa mano ma lo stadio pieno è importante. Juventus? Avevamo fatto la richiesta a De Laurentiis per il San Paolo peò non è stato possibile. I rapporti però sono abbastanza buoni. Magari a maggio o giugno potremmo giocarne qualcuna lì”.

Commenti