Rocchi: “Ascolteremo presto gli audio tra arbitro e VAR”

Gianluca Rocchi è intervenuto ai microfoni di Radio Rai per parlare di VAR e del mondo arbitrale. Il designatore della Serie A e della Serie B ha debuttato facendo un bilancio di questo inizio di stagione: “È un anno nuovo, siamo all’anno zero perché stiamo cercando di creare una nuova classe arbitrale. Sono andati via molti uomini validi e servono nuovi talenti che ci sono validi ma serve anche esperienza”. Il VAR è uno strumento favoloso – aggiunge Rocchi – ma bisogna arbitrare sempre in maniera convincente e coerente altrimenti il VAR diventa un nemico. In futuro avremo due ruoli separati per l’arbitro e chi andrà al VAR, saranno due lavori ben diversi”. Nell’ultimo periodo si è parlato molto della possibilità di ascoltare gli audio tra arbitro e la sala VAR. Gianluca Rocchi è certo che avverrà presto una novità: “Il giorno in cui avverrà è molto vicino. Non c’è nessun segreto e molto spesso lo riascoltiamo anche noi per valutare e studiare cosa succede. Presto ascolteremo tutto tutti, per togliere anche i dubbi sull’onestà intellettuale degli arbitri. VAR a chiamata? Non ho mai detto di no, bisogna studiare bene il regolamento. Il tempo effettivo? Gli organi internazionali ci stanno lavorando. Per concludere, uno degli argomenti toccati è l’arbitraggio di Maresca in Roma-Milan: “Non può essere ucciso per una partita – dice Rocchi -. In quella partita non è piaciuta la gestione della stessa, la serata storta può capitare. Adesso magari farà un passaggio in Serie B per poi tornare subito in Serie A”.

Fonte: gianlucadimarzio.com

Commenti