Spari Roma, pm: ‘Su De Santis esame stub negativo’. Ma i testimoni confermano

Secondo i risultati dell’esame dello stub, Daniele De Santis non ha tracce di polvere da sparo sulle mani. A rendere noti i risultati del test, che rileva la presenza di nitrati sulla pelle di chi ha utilizzato armi da fuoco, è stato il pm Antonio Di Maio. Sulle mani di De Santis, infatti, è stata rilevata soltanto la presenza di due particelle residue di polvere da sparo, mentre ne servono tre perché la prova venga considerata positiva. Si conferma così l’ipotesi che a colpire Ciro Esposito non sia stato l’ultras della Roma fermato dalla polizia con l’accusa di tentato omicidio, porto e detenzione di arma abusiva. prima della partita di Coppa Italia di sabato 3 maggio. Resta comunque in piedi l’accusa di tentato omicidio: ci sono tre persone che hanno testimoniato di aver visto De Santis sparare. Nonostante il risultato dell’esame, infatti, il pm ha chiesto il carcere per l’ultras e dei tre napoletani coinvolti negli scontri. Domani il gip deciderà se confermare o meno l’arresto.

Resta ancora incerta la dinamica dell’aggressione in cui è rimasto ferito Esposito, le cui condizioni di salute si sono aggravate nella notte. Il giovane, infatti, è stato operato d’urgenza al colon per oltre quattro ore dai medici del policlinico Gemelli di Roma. Esposito ha già subito diverse operazioni, l’ultima per togliere la pallottola dalla colonna vertebrale.

La zia ha raccontato quei momenti: “Stavo facendo compagnia alla mamma di Ciro quando i medici ci hanno avvisato. L’operazione è iniziata a mezzanotte e terminata intorno alle quattro del mattino”. La madre del tifoso ha confermato l‘aggravarsi delle condizioni di salute del giovane: “Stamattina va peggio, i medici hanno detto che anche questa cosa può essere preoccupante. La situazione è seria”. La donna non ha risparmiato un attacco diretto alle forze politiche: “Il governo non ha speso una parola per Ciro, stanno discriminando i napoletani”.

Al momento i familiari e i legali del giovane non hanno ricevuto alcuna notifica di arresto o di convalida per Esposito, che da sabato sera lotta per la vita.

Il Fatto Quotidiano

Commenti