L’A.S. Avellino dona tre defibrillatori alle Misericordie

In caso di arresto cardiaco improvviso, non si può essere solo spettatori, si deve essere tra i primi a prestare soccorso, il fattore tempo è essenziale, 5 minuti fanno la differenza. Rianimazione cardiopolmonare e defibrillazione precoce sono gli interventi salvavita. E l’unico strumento in grado di far ripartire il cuore è il  defibrillatore. L’A.S. Avellino, sensibile al problema, sostiene questa mission donando tre defibrillatori (la consegna avverrà domani al “Partenio-Lombardi” prima dell’incontro) alle Misericordie di Avellino, Chiusano, Montoro, Montella e Volturara, che hanno garantito il servizio sanitario allo stadio Partenio-Lombardi per la prima squadra e per le formazioni giovanili biancoverdi con l’impiego di 4 ambulanze e oltre 25 volontari qualificati al soccorso avanzato, al BLSD, assicurando il servizio anche per la stagione 2014-2015.

*La Misericordia di Avellino sostiene  il progetto “il tempo è il ritmo del cuore” della Misericordia di Chiusano, che prevede la formazione gratuita, di personale non sanitario, alla rianimazione cardiopolmonare e la donazione di defibrillatori. In un anno le due Misericordie hanno formato più di 600 studenti all’uso del defibrillatore ed alla  rianimazione cardiopolmonare. Per sostenere il progetto visitare il sito www.misericordiachiusano.it

Ufficio stampa
A.S. Avellino 1912 S.r.l.

Commenti