Parma, Ghirardi: “Basta, è una vergogna. Ho chiuso con il calcio”

PARMA – “Ho chiuso con il calcio, ho rassegnato le mie dimissioni da presidente e ho pregato Leonardi di continuare a gestire la società e di onorare tutti gli impegni che ho preso, dal primo luglio comincerà un’altra storia”. Il presidente del Parma, Tommaso Ghirardi, lascia dopo la sentenza dell’Alta Corte di Giustizia del Coni che ha respinto il ricorso del club per le Licenze Uefa. “Sono riusciti a farmi andar via dal mondo dello sport, a farmi lasciare la passione più grande della mia vita e di questo se ne devono vergognare. Io con lo sport ho chiuso, me ne torno al mio paesello”, ha dichiarato Ghirardi in conferenza stampa.

“La sanzione al Parma è stata data per un errore dello 0,60% rispetto alle cifre dovute. Per questo ho perso quanto guadagnato sul campo, quello di una squadra di provincia che si è risollevata dopo il più grande crack europeo. Non siamo rispettati perchè troppo civili e corretti, da un mondo di chi si spara, fa confusione, chi urla, chi tira le bombe carta. Noi stiamo bene a casa nostra. Siete riusciti a farmi andare via dal mondo dello sport e a farmi abbandonare la mia più grande passione, con il calcio e lo sport ho chiuso, voi vergognatevi, io me ne torno al mio paesello”

Il Parma non ha ottenuto la Licenza Uefa ed è quindi stato escluso dall’Europa League. “Bisogna togliere tutta questa gente che ha sempre guadagnato alle spalle dello sport. Io sono partito dalla terza categoria e sono arrivato in Coppa Uefa, meritandolo sul campo e sono orgoglioso di questo. Da domani è un’altra storia”.
 

parma calcio

serie A
Protagonisti:
tommaso ghirardi

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 173 volte