Cagliari, Cellino: “Vendita saltata, gli americani sono spariti”

CAGLIARI – Gli americani sono spariti e l’operazione Silvestrone si è rivelato un bluff: la questione della cessione del Cagliari e della realizzazione del nuovo stadio Sant’Elia ad opera di un fantomatico fondo americano che non è mai uscito allo scoperto. Tramite il quotidiano regionale “L’Unione Sarda”, il presidente del Cagliari Massimo Cellino ha, in poche parole, demolito l’intero presunto affare. “Gli americani? Cercateli a ‘Chi l’ha vistò perchè io dopo l’incontro con Luca Silevstrone e Dan Meis a Miami non ne ho più avuto notizia”. Ieri sarebbe dovuto essere il giorno della verità e invece, a parte la questione stadio, con il positivo riscontro della commissione provinciale di vigilanza, che ha autorizzato l’apertura a sedicimila spettatori, non è accaduto nulla e questo ha fatto scattare i primi campanelli di allarme. Niente acconto, niente precontratto e soprattutto niente nomi degli investitori, che dovevano mettere sul tavolo ottanta milioni di euro per comprare il Cagliari, altri ottanta milioni per realizzare lo stadio e circa cento milioni per rifondare la squadra. Il tutto rischia di risolversi in una bolla di sapone, perchè alla fine di tutta la vicenda resta vero solo il fatto che Massimo Cellino ha intenzione di vendere. Non lo farà di certo agli americani, perchè, come ha precisato lo stesso patron del club sardo, “ho sempre avuto l’impressione che Silvestrone rappresentasse solo se stesso”.

SILVESTRONE: “TRATTAVIVA VA AVANTI” – La trattativa va avanti. Lo garantisce Luca Silvestrone, emissario del gruppo a stelle strisce (rappresentato dall’archistar Dan Meis) interessato al club rossoblù e al nuovo stadio Sant’Elia. Dopo le dichiarazioni di Cellino, Silvestrone precisa la sua posizione in un post appena pubblicato su Facebook. “Noi andiamo avanti – queste le dichiarazioni che riguardano la trattativa – nessuno si tira indietro e se esiste la volontà, confermata anche questa notte, di andare avanti, per noi nulla cambia”.
Il manager ravennate torna anche indietro di sette giorni, all’incontro in Florida con le strette di mano a suggellare l’intesa raggiunta. “L’incontro di Miami è stato fatto assieme – ribadisce Silvestrone – la prima notizia dell’avvenuto accordo l’ha data il presidente Cellino non io, e le foto sono state scattate per suggellare l’accordo. Tutto è avvenuto alla luce del sole e confermato sempre da tutti e dai fatti”.

Cagliari calcio

serie A
Protagonisti:
massimo cellino
Fonte: Repubblica

Commenti