Croazia forza 4, Camerun eliminato. Sorride anche il Brasile

La squadra di Kovac non ha difficoltà contro i “leoni” privi di Eto’o e ridotti in 10 dalla follia di Song. Olic, Perisic e la doppietta di Mandzukic valgono la prima vittoria dei croati, ai verdeoro basterà un pari per accedere agli ottavi

CAMERUN-CROAZIA 0-4
11′ Olic, 47′ Perisic, 62′ e 74′ Mandzukic

Guarda la cronaca del match

Nel mondiale delle sorprese, ultima in ordine di tempo l’eliminazione della Spagna Campione del Mondo in carica, Camerun e Croazia seguono un copione che sembrava già scritto prima del match. Kovac recupera l’uomo più importante del reparto offensivo, il bomber Mandzukic, mentre Finke perde l’icona del calcio africano Samuel Eto’o per per un problema al ginocchio. In un match da dentro o fuori la maggior qualità dei croati fa tutta la differenza del mondo, anche se la condanna definitiva arriva dalla sciocchezza di Song a pochi minuti dal termine della prima frazione. La Croazia sale a 3 punti e va a giocarsi il passaggio del turno contro il Messico. Ringrazia un Brasile apparso tutt’altro che irresistibile, al quale basterà un pareggio contro il Camerun già eliminato per approdare agli ottavi.

Parte forte la squadra africana, ma alla prima occasione passa la Croazia: Perisic è freddissimo al centro dell’area a servire rasoterra sul secondo palo l’accorrente Olic che sblocca la gara. Al quarantesimo follia di Song, che su una ripartenza croata colpisce con un pugno alla schiena Mandzukic a palla lontana e finisce giustamente anzitempo la sua partita. Nemmeno il tempo di risistemarsi in campo dopo l’intervallo che Perisic brucia Nounkeu e trafigge sul primo palo Itandje. A quel punto per i palleggiatori croati addormentare il match e risparmiare energie è un gioco da ragazzi. La doppia griffe di Mandzukic con un’incornata nella statica difesa avversaria e un tap-in facile facile sigilla un match già chiuso da tempo. La Croazia torna alla vittoria al Mondiale dopo il 2-1 all’Italia nel 2002 (segnò anche Olic), per il Camerun, che dice addio alla possibilità di accedere agli ottavi ma sarà arbitro del destino del proprio del Brasile, è la sesta sconfitta consecutiva.

LE PAGELLE

Camerun: Itandje 5, M’Bia 4.5, Chedjou 5 (dal 46′ Nounkeu 5), N’Koulou 5, Assou Ekotto 5.5, Matip 5, Moukandjo 5.5, Song 4, Enoh 5, Choupo Moting 4.5 (dal 76′ Salli sv), Aboubakar 4.5 (dal 71′ Webo 6)

Croazia
: Pletikosa 6.5, Srna 6.5, Chorluka 6, Lovren 6.5, Pranjic 6.5, Modric 6.5, Rakitic 6.5, Perisic 7.5 (dal 79′ Rebic sv), Sammir 6 (dal 73′ Kovacic 6.5), Olic 7 (dal 70′ Eduardo 5.5), Mandzukic 7

MVP: Ivan Perisic

Fonte: Sky

Commenti