D’Amico: “Consigli? Ne ho parlato col Napoli. Lo consiglio a chi cerca un numero 1 per il presente ed il futuro”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Andrea D’amico, agente tra gli altri di Consigli

Quando ci sono i Mondiali il mercato è sempre lungo e i migliori colpi si faranno al termine della competizione anche perché le casse dei club italiane non sono pienissime.

Andrea Consigli è uno dei giocatori più importanti in questo ruolo perché viene dalla gavetta ed è cresciuto anno dopo anno. Inspiegabilmente Prandelli non lo ha chiamato, ma Andrea ha dimostrato di essere uno dei migliori portieri in circolazione. Il Napoli lo conosce molto bene e spesso abbiamo avuto modo di parlare di lui con le squadre più importanti. Non sono io che devo di promuovere il calciatore perché Consigli è conosciuto ed ha maturato grande esperienza. Ha l’età giusta per approdare in una grande squadra. Ha carattere e personalità di grande. Diciamo che lo consiglio ad ogni squadra importante che cerca un numero 1 per il presente ed il futuro. Chi prede Consigli si tutela in quel ruolo per i prossimi 10 anni.

Italia-Costa Rica sembrava più la partita del cuore che una partita dei Mondiali. Tutti andavano troppo piano. Avrei fatto giocare i giovani, freschi, in un clima pesante e caldo. È chiaro che poi quando si stravolge il modulo a partita in corsa e nel finale si inseriscono Insigne e Cerci, la partita è già finita. Non capisco perché Prandelli insista ancora su Balotelli, come se fosse Ibrahimovic”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti