Addio a Ciro dal popolo genoano

Genova rossoblu si unisce al dolore per la scomparsa di Ciro Esposito. Di seguito quanto apparso sul sito ufficiale dei grifoni:apLacrime e applausi, preghiere e parole, silenzi e canti. Migliaia di persone hanno dato l’ultimo saluto a Ciro Esposito nella piazza Grandi Eventi di Scampia, una cerimonia funebre officiata con rito evangelico. Amici, conoscenti. Tanta gente comune si è stretta intorno ai famigliari nella giornata di lutto cittadino. Striscioni, messaggi, testimonianze. Presenti il presidente del Coni, il presidente del Napoli, il sindaco di Napoli, il sottosegretario del governo. Molte corone intorno al feretro trasportato a braccia dalla camera ardente. In nome di Ciro Esposito è stata istituita una borsa di studio, da parte del massimo organismo sportivo nazionale. Nuovi appelli contro la violenza sono stati lanciati dai famigliari, a partire dalla mamma, signora Antonella. “Grazie a tutti di essere venuti. Ciro non c’è più, ora gode della gloria di dio. Siete venuti in migliaia al Policlinico Gemelli, tante persone ci sono state vicine, dalle più umili abbiamo ricevuto tanto amore.pePrego il signore perché la nostra famiglia resti unita e invito tutte le tifoserie a tenere alte le bandiere in nome di Ciro, ricordandolo in pace, gioia e amore”. Diverse le rappresentanze di tifoserie che non sono volute mancare alle esequie. Tra le altre delegazioni di supporter da Ancona, Catania, Genova, Palermo. Sostenitori del Genoa avevano raggiunto nella giornata di ieri il capoluogo campano, per esprimere il proprio affetto come era avvenuto, a parti invertite, nel 1995 per la vile uccisione di Vincenzo Claudio Spagnolo. Anche a Genova i tifosi del Grifone hanno voluto far sentire il proprio calore. In via Sestri palloncini biancoazzurri e rossoblu sono stati appesi lungo la strada con una scritta, “Ciao Ciro”, a firma dell’ex gruppo ‘Vecchia Sestri’“.si lungo la strada con una scritta, “Ciao Ciro”, a firma dell’ex gruppo ‘Vecchia Sestri’.

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!