Palermo, Munoz avverte: “Serie B da dominatori, ma ora incontriamo grandi campioni”

BAD KLEINKIRCHHEIM – Ezequiel Munoz ha soltanto ventiquattro anni. Eppure ormai è uno dei veterani del Palermo. Uno di quei leader che hanno riportato la squadra rosanero in serie A cancellando l’onta della retrocessione. “Lo scorso anno volevamo riportare il Palermo dove si meritava di stare e dimenticare l’amarezza della serie B – racconta l’argentino – Per fortuna è andato tutto bene e ci siamo tolti questa bella soddisfazione. Però adesso bisogna voltare pagina e non pensare più alla serie B”. Già, serie A e serie B. Due mondi completamente diversi. Due realtà calcistiche con pochi punti in comune. Ed ecco che il leader esce fuori nonostante i suoi ventiquattro anni “Mettiamoci in testa che la serie A è un’altra cosa – dice Munoz – É molto più difficile. Ci sono grandi squadre e grandi campioni. Quello che abbiamo fatto in serie B è molto diverso da quello che si potrà fare in questo campionato. Ecco perché dobbiamo restare concentrati e giocare sempre al massimo delle nostre potenzialità”.

La premessa era doverosa forse per stemperare facili entusiasmi. E Munoz rincara la dose quando distingue tra obiettivi e sogni. “Il nostro obiettivo stagionale è la salvezza – dice il difensore – Poi è chiaro che si può sognare. Io sogno che il Palermo possa tornare in Europa e, per quanto mi riguarda, sogno un giorno di potere giocare in Champions o con la nazionale argentina”. Sogni che si mescolano con i ricordi. E Munoz ne ha un paio che farebbero venire i brividi a ogni giocatore rosanero. “Il più bello quello della finale di Coppa Italia a Roma contro l’Inter – racconta Munoz – É vero che abbiamo perso, ma io ho anche segnato e soprattutto abbiamo giocato davanti a quarantamila tifosi del Palermo arrivati all’Olimpico per incitarci. É stato molto bello anche conquistare la promozione quest’anno. Due emozioni intense che non si possono cancellare”. Emozioni che Munoz vorrebbe continuare a vivere con la maglia rosanero. É per questo motivo che sta trattando il rinnovo del contratto. “Il mio obiettivo – dice il difensore argentino – é rimanere a Palermo. Questa però deve essere una cosa che dobbiamo volere in due. Il mio procuratore sta discutendo con la società. Io a queste cose non ci penso. Io penso a giocare e basta”.
 

Palermo calcio

serie A
Protagonisti:
ezequiel munoz
Fonte: Repubblica

Commenti