Serie A, Osservatorio: derby romani e gare tra Napoli e Roma in diurna

La morte di Ciro Esposito e i difficili rapporti tra le tifoserie di Napoli Roma hanno costretto l’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive a correre ai ripari. L’organo di controllo che fa riferimento al Dipartimento della Pubblica Sicurezza ha infatti chiesto alla Lega Calcio “di prevedere che le gare tra le squadre di Napoli e Roma ed i derby capitolini siano collocati soltanto in orario diurno.

Niente sconti, dunque, contro il tifo violento. E’ questo il segnale emerso durante la prima riunione presieduta dal nuovo responsabile dell’Ossevatorio Alberto Intini. L’Osservatorio ha anche chiesto di poter discutere di volta in volta con la Leghe competenti i posticipi e gli anticipi del prossimo campionato, al fine di condividere decisioni che salvaguardino sia le attività sportive che la sicurezza degli eventi e dei cittadini.

Una misura importante, cui si aggiungono altri provvedimenti restrittivi volti a garantire l’ordine durante le partite di calcio. Nel prossimo campionato, infatti, per le gare a rischio 4 (le più pericolose), “potranno essere sospese le opportunità e le aperture previste dalla Task force per le tifoserie in trasferta“, presieduta dal prefetto Vincenzo Panico.

Nel suo discorso di insediamento, Intini ha ringraziato il Ministro Alfano ed il Capo della Polizia Alessandro Pansa “per il prestigioso incarico”, e ha ribadito di essere convinto dell’esigenza di “proseguire sui percorsi tracciati negli anni dall’Osservatorio, che hanno consentito di raggiungere ottimi risultati, impostando un’azione sempre tesa alla ricerca del giusto equilibrio tra sicurezza ed accoglienza, come peraltro emerge chiaramente dalle misure varate dalla Task force il 7 aprile“. “Sono convinto – ha detto Intini – che la via maestra sia quella del dialogo, anche con i tifosi, e della valorizzazione di quanto di positivo esiste nei nostri stadi. Per fare questo occorre lavorare sui tifosi e sugli impianti“. Nel corso della riunione sono stati approvati anche i principi delle nuove linee guida per la formazione degli steward, “ispirati a qualità, professionalità e meritocrazia”.

fonte – sportmediaset

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!