Assemblea Lega Pro, Lo Monaco: “Né Tavecchio né Albertini”

GLI AGGIORNAMENTI. Dall’appuntamento in corso a Firenze si attendono segnali sull’appoggio dei club ai candidati per la presidenza Figc (l’11 agosto l’elezione). Il patron del Messina: “Il nostro club è per il cambiamento. Sì al commissariamento”
“Il Messina non sta né dalla parte di Tavecchio, né da quella di Albertini. Sta dalla parte del tentativo di cambiamento del sistema perché è il sistema che non va. Ci sono poche persone che gestiscono il calcio italiano, gestiscono le nomine e di tutto di più. Il Messina è contro questo modo di fare. Il Messina ritiene che non e’ la nomina di questo o quell’altro presidente che possa portare al cambiamento delle cose”. Lo ha detto il patron del Messina, Pietro Lo Monaco, a margine dell’Assemblea di Lega Pro
in corso di svolgimento a Firenze.

Il commissariamento – “Se il cambiamento può avvenire attraverso il commissariamento, che tanto fa paura a tanti, a troppi, perché evidentemente ci sono giochi particolari, ben venga il commissariamento”, ha aggiunto Lo Monaco. In Lega Pro c’è un modus vivendi che da anni, da sempre, è dipendente dalla volontà del presidente. Quest’ultimo ha mandato una lettera ai presidenti dei club di Lega Pro invitandoli a votare tutti compatti Tavecchio, però il dissenso, come in molti in serie A, monta anche in serie C. E’ un pretesto quello che è stato preso per Tavecchio, la buccia di banana su cui è scivolato, però è sicuramente stato il motivo per dare il coraggio a tanti che non avrebbero votato, di schierarsi contro”.

Fonte: SkySport

Commenti