Parisi: “De Guzman non è un ripiego, Benitez lo ha seguito a lungo e la destinazione Napoli per lui è graditissima”

 Nel corso di “Si gonfia la rete di Raffaele Auriemma” su Radio Crc é intervento Fabio Parisi, intermediario nella trattativa De Guzman : “Napoli-Athletic Bilbao è la partita vera. Finite le amichevoli, si fa sul serio e non contano i gol fatti o quelli subiti finora. Ho visto il percorso del Napoli in vista della nuova stagione, gli azzurri si sono preparati bene, sanno che quello di domani é un appuntamento importante e ci sono calciatori in grado di fare bene e gestire le pressioni. Poi, sarà fondamentale non subire gol in casa, se il Napoli al San Paolo farà la partita che deve e può fare, credo che farà bene, ma siamo scaramantici. Sono stato a Napoli per l’amichevole col Psg, diciamo che é stato un viaggio estivo.  Al di là del mercato, ci sono dei momenti in cui bisogna fermarsi e concentrarsi sulla partita, come quella contro l’Athletic Bilbao e quindi bisogna pensare solo a quello. Mi auguro che il San Paolo sia pieno di napoletani, di tifosi doc che con la loro passione, il loro tifo ed il loro sentimento saranno il dodicesimo uomo per portare il Napoli a raggiungere un traguardo che seppur iniziale é molto importante. 
Organico incompleto? Non é incompleto quello del Napoli, ci sono delle situazioni di mercato da valutare. Non é detto che bisogna comprare, devono esserci le condizioni per farlo. É importante operare nel momento giusto e con i tempi giusti. Non si può criticare una società come quella del Napoli perché la squadra può essere rinforzata, ma é già forte. Ci sono dei giocatori che saranno recuperati e penso a Zuniga o a calciatori che sono arrivati a gennaio o ancora a quelli che hanno fatto i Mondiali. La rosa del Napoli é forte e competitiva e la società sa come lavorare e non bisogna avere fretta perché spesso la fretta é cattiva consigliera. Non dimentichiamo che poi il Napoli schiera sempre formazioni competitive.
De Guzman, ultima scelta? A Napoli sanno lavorare sotto traccia. Il giocatore é stato monitorato e seguito da diverso tempo. Non é un calciatore di ripiego, é una prima scelta concordata con l’allenatore. De Guzman ha giocato il Mondiale con una Nazionale (l’Olanda) che é arrivata terza quindi é un giocatore importante. 
De Guzman non inserito nella lista del Villarreal? É un indizio, se poi due indizi fanno una prova, traete voi le conclusioni. Però, in questo momento é bene solo pensare alla partita di domani sera che é la cosa più importante. 
Henrotay é un agente che conosco e che conosce molto bene Damiani con cui collaboro da tanto tempo, ma non é il procuratore di Fellaini. Il suo agente é un avvocato inglese, poi ha anche altri consiglieri. 
Non so se il Napoli abbia chiesto Fellaini, mi occupo solo di calciatori che posso gestire personalmente.
Benitez conosce bene De Guzman perché già in Spagna ha avuto modo di vederlo giocare e non dimentichiamo che ha giocato anche contro il Napoli l’anno scorso con lo Swansea. I dirigenti azzurri sanno lavorare e c’è stata la volontà del giocatore che ha espressamente dichiarato che Napoli sarebbe una destinazione non gradita, ma graditissima. 
La bravura del team del Napoli é incredibile, perché sceglie sempre calciatori funzionali al gioco di Benitez, non compra giusto per comprare”. 

Questo comunicato ci è stato inviato da crc, decliniamo ogni responsabilità per il contenuto dello stesso

Commenti

Questo articolo è stato letto 449 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!