Milan, continua la caccia ai rinforzi: incontro Galliani-Cairo per Cerci

MILANO – Dopo l’ennesima sconfitta internazionale dell’estate, il Milan cerca di accelerare per non perdere di vista l’obiettivo numero 1 di Pippo Inzaghi: Alessio Cerci. Questa mattina, a due giorni dal ko di Valencia, Adriano Galliani ha incontrato Urbano Cairo a Forte dei Marmi per ribadire l’interesse nei confronti dell’esterno offensivo, uomo mercato di questo finale di campagna acquisti.

LONTANI DALLA “QUOTA CAIRO” – Il Milan continua a tenere d’occhio il talento cresciuto nel vivaio della Roma, ma l’offerta economica rossonera non è ancora sufficiente ad accontentare il presidente granata che vuole 20 milioni per il suo gioiello. L’Atletico è arrivato a circa 17 milioni bonus compresi, una proposta che non basta a sbloccare la trattativa (smentito il tweet comparso ieri sul profilo del giocatore che dava per ufficiale il passaggio ai vice-campioni d’Europa). Il Milan al momento non è in grado di andare oltre l’asticella fissata dagli spagnoli, anzi sarebbe qualche metro più in basso, più vicino a quota 12 milioni.

ANCORA POCHI GIORNI – Simile invece l’ingaggio che sarebbe offerto dai due club al calciatore al quale non dispiacerebbe restare in Italia: circa 2 milioni sia a Milano che a Madrid. Al termine della sessione estiva mancano ancora due settimane, ma non è detto che il Torino sia disposto ad aspettare fino al 1° settembre. Cairo potrebbe togliere definitivamente Cerci dal mercato qualche giorno prima del gong finale. Di sicuro l’esterno di Ventura resta il calciatore ideale per completare il 4-3-3 di Inzaghi perché garantisce dribbling, assist e gol (13 nello scorso campionato). Il club si sta muovendo anche alla ricerca di un centrocampista che potrebbe arrivare negli ultimi giorni di campagna acquisti: l’identikit porta verso Dzemaili se il Napoli ridurrà le sue pretese economiche. Ma prima della chiusura del mecato potrebbero spuntare nomi nuovi. Da perfezionare anche alcune cessioni: sulla lista dei partenti Didac Vilà, Gabriel e Zaccardo.

NESSUNA PROMESSA – In attesa di rinforzi, i giocatori preferiscono evitare di disegnare traguardi ambiziosi: “I proclami estivi lasciano il tempo che trovano. Credo che questa squadra non possa promettere nulla. Ma ognuno di noi ha voglia di riscattare una stagione oscura come l’ultima”, dice Daniele Bonera a Milan Channel. Il difensore bresciano sottolinea però i miglioramenti della manovra nonostante le sconfitte: “A Valencia abbiamo tenuto bene il campo facendo vedere buone cose. Dobbiamo evitare certi errori, ma siamo sulla strada giusta. Abbiamo un’idea di gioco precisa. Abbiamo migliorato molto la gestione della palla. Credo che ci vorrà ancora un po’ di tempo ma nelle prossime due settimane lavoreremo al meglio per arrivare pronti al match con la Lazio. Vogliamo fare bene sabato nel Trofeo Tim. Con la Juve sarà un bel banco di prova in vista del 31 agosto. Con i bianconeri non è mai una partita normale”.

serie A

milan ac
Protagonisti:
adriano galliani
urbano cairo
alessio cerci
Fonte: Repubblica

Commenti