Gallo: “Benitez si metta in gioco”

Il giornalista Antonello Gallo, dopo la mancata qualificazione Champions da parte del Napoli e la conseguente delusione dei supporters azzurri per una stagione iniziata nel peggiore dei modi, scrive sul suo profilo facebook un post in cui, oltre a scagliarsi contro gli “sciacalli “,  di turno si rivolge a Rafa Benitez: ad inizio estate, poco più, qualcuno aveva annunciato ufficialmente, talvolta in esclusiva propria certa, l’arrivo di #XabiAlonso, #JaviGarcia, #ChrisKramered anche altri, divertendosi a proporre cifre e contratti in certi casi. Tutti possiamo sbagliare, l’importante è ricordarsi di chi ha creato queste voci con eccessiva “leggerezza” e chi meno. Un conto sono i rifiuti di taluni calciatori di giungere a #Napoli, un altro è il “pseudo-scoop”…
A questo punto, in questo momento, può accadere di tutto e Benìtez deve dimostrare di essere un tecnico in grado di mettersi in gioco e gestire lo spogliatoio. Se l’essere aziendalista (non lo è stato mai, ma ora ne ho dubbi) può inficiare le sue scelte o renderle paradossali, non si esponga troppo e lavori come ha sempre fatto. Mi auguro si vedano comunque dei frutti.

Questo articolo è stato letto 214 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!