Under 21, Di Biagio: “Match decisivo, ma da prendere con leggerezza…”

Gigi Di Biagio parla di Italia offensiva, aggressiva ed è inevitabile: l’Under 21 domani sera si giocherà tutto contro la Serbia a Pescara. “Fortunatamente ho ancora due-tre dubbi di formazione, significa che tanti ragazzi sono in grado di giocare”, dice il c.t. in conferenza stampa. Se vinciamo, siamo vicini al playoff per la qualificazione all’Europeo. Se perdiamo, addio Euro e addio Olimpiade. “La Serbia per cultura calcistica ha il punto di forza nella tecnica in velocità, quindi dovremo essere aggressivi. A loro mancheranno molti giocatori ma non sarà un vantaggio. In realtà l’anomalia è stata la partita di andata, quando sono scesi tutti i migliori dalla loro nazionale A”.
BERARDI E LE TRE B — L’Italia invece è la squadra dei trequartisti: Bernardeschi, Battocchio più Berardi, che in Nazionale non rende come con il Sassuolo: “Io lo faccio giocare al centro invece che a destra per dare spazio ad altri giocatori offensivi come Bernardeschi – dice il c.t. -. La vigilia però per me è molto tranquilla, non ci sono molti discorsi da fare perché i ragazzi sono maturi. Piuttosto, c’è da prendere una partita come questa come un’amichevole: con concentrazione ma la giusta leggerezza”.
DI BIAGIO E CONTE — El Shaarawy, per qualche giorno candidato a giocare con l’Under, è più a Sud, a Bari con la Nazionale A: “C’è un progetto di crescita, chi va in Nazionale poi non scende. Il rapporto con Conte è ottimo, abbiamo visto insieme anche Roma-Fiorentina. Io speravo di vedere Bernardeschi ma non è entrato, e in generale hanno giocato proprio pochi italiani…”.

fonte – la gazzetta.it

Commenti

Questo articolo è stato letto 277 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!