Canè su Benitez: “I risultati non gli danno ragione. Occorre una scossa”

Un inizio di stagione deludente, dopo un mercato che non ha convinto i tifosi. Il Napoli è entrato in una spirale di tristezza dal quale non riesce a uscire. Una stagione cominciata male, dove presidente e allenatore sono finiti nel mirino della critica. Sì, anche Rafa Benitez che appena qualche settimana fa era considerato infallibile. Lo spagnolo deve dimostrare di avere spalle larghe nel momento più difficile da quando è a Napoli.
Allenare nel capoluogo partenopeo non è facile: lo sa bene Faustino Cané, che dopo aver lasciato la panchina azzurra è rimasto a Napoli, dove ormai vive da 50 anni. Lui che è stato allenatore di personalità non risparmia critiche a Benitez: “Non posso fare a meno di dirlo, ma la colpa è soprattutto dell’allenatore – afferma senza esitare a gianlucadimarzio.com – e a dirlo sono i risultati. Non mi soffermo sul mercato e neanche sulla sua vacanza. Ma ciò che vedo è una squadra senza mordente. Il tecnico non ci ha mai messo del suo. Non dico dei cambi di modulo per valorizzare i giocatori, ma almeno un po’ di grinta, di carattere. Non vedo queste cose nel Napoli. Non mi aspetto che Benitez faccia come Conte, ossia il “pazzo” in panchina, ma almeno che trasmetta alla squadra qualcosa”. Benitez vincente ovunque: anche a Napoli ha conquistato la Coppa Italia: “Sono i risultati che dicono che Benitez non sta facendo quello che ci si aspettava. La squadra perde con le piccole, ma soffre anche con le grandi. E lo stesso fa anche in questa stagione. Gli azzurri sono arrivati terzi e hanno perso la Champions agli spareggi, è come se fossero arrivati quinti visto che faranno l’Europa League”. Cosa fare allora? “Benitez deve metterci grinta, cambiare qualcosa. Dare dei segnali per dare una scossa a un ambiente che vedo pessimista e traumatizzato”

Commenti