Lucariello: “Tavecchio va allontanato, il Napoli punti all’Europa League”

lucarielloGIANFRANCO LUCARIELLO, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, su Radio Punto Zero, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, condotta da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “L’inciviltà, la volgarità, il razzismo e la cattiva educazione della Curva Sud dell’Olimpico, quella di fede romanista, per intenderci, sono oramai a livelli di guardia. Curva Sud chiusa un turno? Si avverte la necessità di provvedimenti duri. Quanto abbiamo visto all’Olimpico è marciume vergognoso che va cancellato, altrimenti, che se lo facciano da soli il campionato. Che Italia è questa dove in una partita, una tifoseria inneggia ad un omicida delinquente. Tavecchio, che all’indomani della sua elezione a presidente della FIGC, ebbe l’ardire di cancellare le norme contro la discriminazione territoriale, e tutti i suoi compari, a partire da Lotito, devono essere allontanati, non se ne può proprio più. Bisogna vincere l’Europa League, non ci restano alternative, ma si deve subito vedere un cambio di marcia, a partire già dalla partita di Coppa Italia con la Lazio. Anche in campionato bisogna dare il massimo e cercare di vincere quante più partite possibili. Le responsabilità vanno divise equamente tra la società, che in estate non ha provveduto a rinforzare la rosa e lo stesso Benitez che, nell’ultimo periodo, non ha convinto con le scelte effettuate, per non parlare dell’integralismo tattico. Il Napoli quando gioca senza timori, senza condizionamenti di sorta, può fare risultato con chiunque. Ora stringiamo i denti, remiamo tutti nella stessa direzione e poi i conti, li faremo alla fine”.

 

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!