Pardo: “Udine è una partita insidiosa soprattutto sotto l’aspetto fisico”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” di Raffaele Auriemma è intervenuto Pierluigi Pardo, giornalista Mediaset

Napoli-Sparta Praga? Non è stata una partita facile e questo rende la vittoria ancora più importante. Per quella che è la situazione del Napoli, c’era bisogno di una reazione. La reazione c’è stata e aver subito un gol ha reso questa partita ancora più difficile e quindi importante. In difesa si balla, ma è una storia vecchia e mi annoio anche a ripeterlo sempre. C’è una difficoltà negli uomini e anche complessiva di attenzione. Detto questo, voglio dire che l’aspetto prevalente è positivo: il Napoli ha giocato un buon secondo tempo rischiando poco. Non capisco come Mertens non sia titolare in alcune partite. Ad Insigne auguro una carriera strepitosa, ma Mertens è un’altra cosa e deve giocare. E poi c’è Higuain che è stato ancora più trascinatore perché ha preso per mano la squadra. Se pensate al gol del 2-1 è l’immagine di quello che rappresenta Higuain: è il miglior attaccante del campionato insieme a Tevez e sa offrire assist con voglia e determinazione.

Bilbao è quella partita che ha tolto la Champions e le certezze alla squadra, oltre che rendere la stagione in salita.

Udine è una partita insidiosa soprattutto sotto l’aspetto fisico giacché ieri si è speso molto. L’Udinese è una buona squadra che deve ancora trovare la propria identità”.

Il presente comunicato è stato inviato da Crc. Si declina ogni responsabilità dal contenuto dello stesso

Commenti