Empoli-Milan 2-2, ai rossoneri non basta il primo gol di Torres

EMPOLI – Finisce 2-2 Empoli-Milan, anticipo che ha aperto la 4/a giornata di serie A. I padroni di casa hanno sfiorato il grande colpo dopo essere andati avanti 2-0 grazie ai gol di Tonelli e Pucciarelli, tutto in 20′. A fine primo tempo ha riaperto il match Fernando Torres, prima rete in Italia per “El Nino”, mentre nella ripresa è arrivato il pareggio con il giapponese Honda. Tanti attacchi dei rossoneri nel finale, soprattutto dopo l’espulsione di Valdifiori (doppio giallo in un minuto), ma alla fine Empoli e Milan si prendono un punto, tutto sommato giusto.

LA CRONACA, TITOLARE TORRES – La grande novità, già annunciata alla vigilia, nella formazioni è l’esordio dal 1′ di Fernando Torres. Inzaghi ha lanciato anche l’olandese Van Ginkel, arrivato pure lui dal Chelsea, fuori El Shaarawy e Poli. Per i padroni di casa, Sarri ha recuperato in difesa Laurini e Tonelli, assenti a Cesena. In attacco il solito Tavano, assistito da Verdi e Pucciarelli. L’inizio è un incubo per il Milan: dopo 20′, infatti, i toscani sono già avanti 2-0 grazie a Tonelli, abile a colpire di testa da un preciso corner di Valdifiori, e Pucciarelli, che ha finalizzato un perfetto schema da calcio di punizione. L’esordio di Van Ginkel è durato solo mezzora: problemi al ginocchio per l’olandese, al suo posto entra Bonaventura.

IL PRIMO GOL DEL NINO – Poco prima dell’intervallo, il Milan ha riaperto la partita grazie a un bel colpo di testa di Fernando Torres, su un preciso assist dalla destra di Abate. Si riprende nella ripresa con Poli al posto di Muntari, ammonito e non in giornata. Avvio super dei padroni di casa, che al 11′ hanno sfiorato il 3-1 con un grande lancio di Vecino per Tavano, che però, a tu per tu contro Abbiati, ha spedito fuori. Un minuto dopo è arrivato il 2-2: Menez ha offerto la palla a Honda, che con un grande sinistro rimette la partita in discussione. L’Empoli ha cominciato a sentire la fatica di una partita tutta di pressing e corsa, così il Milan ha preso fiducia e cominciato ad assediare la porta di Sepe. L’occasione più nitida è capitata sui piedi di Menez, che ha colpito al 18′ una clamorosa traversa. Poco dopo, Tavano ha lasciato il posto a Maccarone. Nel Milan Pazzini per Torres. A cinque minuti dalla fine, Valdifiori ha rimediato un doppio giallo in 5 minuti, ma il Milan non ha sfruttato la superiorità numerica, fino al triplice fischio dell’arbitro. Per Empoli e Milan un punto a testa.

BICCHIERE MEZZO PIENO – E’ il classico pareggio difficile da decifrare se positivo o negativo. Per entrambe le squadre, però, si può parlare di bicchiere mezzo pieno. L’Empoli ha dimostrato di essere fisicamente al top, gli azzurri sono calati soltanto nel finale. Laurini è uscito per infortunio e Maccarone tornava in campo dopo l’infortunio. Il Milan può sorridere per il primo gol di Torres e per lo stato di forma di Menez e Honda, anche oggi tra i migliori. Ma c’è da migliorare in difesa, ancora una volta è arrivato un gol da calcio da fermo e non è possibile fare sempre delle rimonte, dopo che si regala un tempo agli avversari. Da valutare la condizione di Van Ginkel, uscito alla mezzora e dolorante a un ginocchio.

EMPOLI-MILAN 2-2 (2-1)
EMPOLI (4-3-2-1): Sepe 6,5; Laurini 7 (68′ Hysaj 6), Rugani 6, Tonelli 6,5, Mario Rui 6,5; Croce 6,5, Valdifiori 6,5, Vecino 6; Verdi 6, Pucciarelli 7 (74′ Zielinski s. v.); Tavano 6 (64′ Maccarone). n panchina: Bassi, Pugliesi, Bianchetti, Barba, Perticone, Signorelli, Moro, Guarente, Rovini. Allenatore: Sarri.

MILAN (4-3-3): Abbiati 5,5, Abate 6,5, Bonera 5, Zapata 5,5, De Sciglio 5,5; Muntari 5 (46′ Poli 6), De Jong 5,5, Van Ginkel 6 (31′ Bonaventura 6); Honda 6,5, Torres 6,5 (80′ Pazzini s. v.), Menez 7. In panchina: Agazzi, Gori, Albertazzi, Armero, Mexes, Rami, Zaccardo, El Shaarawy, Niang. Allenatore: Inzaghi.

Arbitro: Calvarese di Teramo

Reti: Tonelli al 14′, Pucciarelli al 21′, Torres al 43′ e Honda al 57′

Ammoniti: Zapata, Muntari, Vecino, De Sciglio, Valdifiori

Espulso: Valdifiori per doppia ammonizione

Angoli: 5-4 per il Milan

Recupero: 2′ e 4′

Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 237 volte