Marolda: “Hamsik ritrovato, ma gioca fuori ruolo. Il Napoli sul mercato non si è rinforzato”

Successo contro lo Slovan Bratislava per il Napoli di Benitez. La squadra azzurra è a punteggio pieno nel girone di Europa League dopo due partite. La redazione di TuttoMercatoWeb.com ha intervistato Francesco Marolda, giornalista del Corriere dello Sport.

Vittoria esterna per il Napoli, quali sono i segnali positivi di questo 2-0?
“Qualche segnale buono per Benitez è arrivato, non fosse altro per il risultato e non aver preso gol per la seconda partita di seguito, soprattutto con la difesa che si ritrova il tecnico spagnolo. Il test non era impegnativo perchè lo Slovan non è una squadra forte. Il test vero sarà in campionato dove ci sono valori ben diversi. Tuttavia è un segnale utile rispetto al recente passato”.

Altre due note positive: i gol di Higuain e Hamsik…
“Higuain non aveva bisogno di questa partita, è il giocatore di maggior classe del Napoli. Hamsik a casa sua ha ritrovato il gol, il gusto di giocare anche in una posizione diversa. Ha fatto a tratti la prima punta, si trovava con la faccia rivota verso la porta e non di spalle, come spesso accade”.

Bigon ha detto che non bisogna più discutere sulla posizione di Hamsik, però con Benitez non sembra più l’Hamsik di qualche anno fa…
“Il miglior Hamsik che si è visto a Napoli è stato nel periodo di Reja e l’inizio del ciclo Mazzarri quando aveva gli inserimenti sui lati, le cose migliori le ha fatte quando arrivava sul secondo palo e faceva gol. Adesso avendo i due sterni alti come Callejon e Mertens o Insigne, gli spazi non ci sono più. Gioca in una posizione non congeniale alle sue caratteristiche e questo lo limita parecchio”.

Difesa che non dà troppe garanzie, Koulibaly è un giocatore di prospettiva ma serviva altro?
“Il Napoli aveva bisogno di due mediani e un centrale di difesa per assecondare il disegno tattico di Benitez. Non è arrivato nessuno, hanno preso giocatori discreti che non hanno fatto fare il salto di qualità al gruppo”.

Commenti

Questo articolo è stato letto 660 volte