Caiazza: “Timido miglioramento di Michu, bravo Benitez, mi preoccupa un pò Rafael”

SALVATORE CAIAZZA, giornalista, responsabile dei servizi sportivi del Roma, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Credo che dopo il pareggio incredibile con il Palermo, Benitez abbia un po’ cambiato modo di agire, anche nei rapporti con i calciatori. Il Napoli conserva un’anima ed un’identità precise, ma con un po’ di sano e pragmatico senso italiano del calcio, questa squadra sta uscendo decisamente dal tunnel. C’è da limare ancora qualcosa perché, ad esempio, non puoi rischiare di compromettere tutto o per una disattenzione difensiva o perché non si riesce a capitalizzare la gran mole di occasioni che si crea. Serve più equilibrio in fase di non possesso perché puoi sempre trovare il Quagliarella di turno che ti punisce. Il campionato è ancora molto lungo, anche se Roma e Juventus sembrano di un altro pianeta. Si è visto qualche timido miglioramento di Michu, mentre continua a crescere David Lopez. Mi preoccupa un pò lo stato di forma di Rafael, che in questo momento, non mi sembra nemmeno tanto tranquillo. Non capisco perché quando gli arbitri sbagliano, lo fanno sempre a favore della Juventus. Il Napoli non deve guardare la classifica, deve concentrarsi solo sulla prossima partita e poi i conti, cominceremo a farli in primavera”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 385 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!