Cesena, Hugo Almeida: “Qui per mettermi in gioco, sognavo l’Italia da tempo. Mi ispiro a Vieri”

CESENA – La lingua del gol è quella che conosce meglio: Hugo Almeida vuole far parlare i fatti per rispondere a chi lo considera ormai a fine carriera. “E’ un grande piacere essere arrivato al Cesena. Sognavo da anni di venire a giocare in Italia. Il mio idolo era Christian Vieri”, ha esordito l’attaccante portoghese classe 1980, con un passato in club prestigiosi come Porto, Werder Brema e Besiktas. “Ho voglia di mettermi in gioco e di aiutare il club a raggiungere gli obiettivi stagionali. La condizione fisica è buona. Ho avuto un infortunio durante i Mondiali, ma ho recuperato – ha spiegato Almeida -. Ho lavorato tanto in questi mesi per ritornare in forma. Quello italiano è un campionato molto tattico, ho avuto più volte l’opportunità di venire, ma per diversi motivi non è mai successo”. C’è riuscito grazie al Cesena, una squadra che il portoghese ha studiato: “Ho guardato le partite contro Milan e Udinese, ho avuto una buona impressione della squadra. Voglio lavorare duro per dare una mano al gruppo. Io sono felice di stare qui a Cesena e adesso penso solo a questo. Non si tratta di un nuovo inizio, ma del presente”.

LUGARESI: “ALMEIDA HA GRANDE VOGLIA DI METTERSI IN GIOCO” – Ad aprire la conferenza stampa è stato, però, il presidente del club bianconero, Giorgio Lugaresi. “Innanzitutto desidero ringraziare l’area tecnica per l’ottimo lavoro svolto, si è lavorato circa un mese per portare qui Hugo e abbiamo operato nell’ottica di rispetto del bugdet con l’obiettivo di rinforzare la squadra. Almeida ha le caratteristiche tecniche richieste da mister Bisoli – assicura il presidente -. Il giocatore è venuto incontro alle nostre esigenze, siamo convinti delle sue qualità morali e si inserirà bene nel nostro gruppo. Ha una grande voglia di mettersi in gioco in un club di serie A e siamo convinti che ci darà una grossa mano. Il numero 27 è storico, il 27 si paga lo stipendio e 2+7 fa 9 che è il numero dei centravanti. Con lui non cambia l’obiettivo stagionale che è quello di mantenere la categoria”.

FOSCHI: “NON E’ A FINE CARRIERA, CI DARA’ UNA MANO” – In conferenza stampa ha parlato anche il direttore dell’area tecnica, Rino Foschi. “Almeida ricopre lo stesso ruolo di Toni, ma con caratteristiche un po’ diverse – spiega l’ex ds del Palermo -. Non è a fine carriera. Ha fatto quattro anni al Porto, quattro in Germania e quattro in Turchia. Questo la dice lunga sulla professionalità del giocatore che ha dato continuità alle sue esperienze. E’ stato cercato anche all’estero, ma ha scelto Cesena sapendo di andare in una squadra che dovrà lottare fino alle fine per ottenere la permanenza in Serie A. Con noi ha firmato un contratto biennale. Per gli stranieri non è facile ambientarsi subito. Aspettiamolo e lasciamolo lavorare e vedrete che ci darà una mano”.

cesena calcio

serie A
Protagonisti:
hugo almeida
Fonte: Repubblica

Commenti