Milan-Fiorentina 1-1: De Jong non basta, Ilicic stoppa il Diavolo

MILANO – La notizia, paradossalmente, dovrebbe essere che la Fiorentina non passa a San Siro contro il Milan dopo che negli ultimi tre anni è  sempre tornata a casa col bottino bello pieno. La realtà dei fatti, invece, dice che i viola, pur faticando, hanno fermato sull’1-1 un buon Milan nel posticipo dell’ottava giornata di serie A impedendo agli uomini di Inzaghi di agganciare il terzo posto solitario e avvicinare la seconda piazza occupata della Roma.

UN MURO VIOLA – Non è stata una partita indimenticabile quella vista a Milano. Merito o demerito (a voi l’ardua sentenza) di una Fiorentina travestita da “provinciale”. I viola hanno giocato l’intera gara nella propria metà campo ripartendo solo in contropiede. Un gioco che non eravamo più abituati a vedere con Montella in panchina. Questo ha di fatto paralizzato l’offensiva rossonera che ha sempre fatto fatica a trovare il varco giusto per far male a Neto. Tra i 10 giocatori viola dietro la linea della palla (solo Babacar era esente in fase difensiva) e i centrocampisti e gli attaccanti del Milan, gli ultimi 30 metri viola erano sempre super-affollati. Quasi impossibile trovare gli spazi per far entrare la palla in area, non è un caso che il vantaggio casalingo sia arrivato su calcio d’angolo.


IL MATCH –
Con queste premesse si è visto un primo tempo avaro di emozioni con i rossoneri che, pur tenendo quasi sempre il pallone tra i piedi, hanno faticato a sfondare il muro viola innalzato da Montella davanti alla porta di Neto. Serve una palla da fermo per scardinarlo e al 26′ arriva l’occasione che tutti aspettano: è uno schema con Menez che dalla bandierina crossa sul secondo palo per la sponda di Zapata, al centro dell’area piccola si avventa come un fulmine de Jong che di testa sfonda la barricata viola. La ripresa vede una Fiorentina più pimpante, ma è sempre il Milan a rendersi pericoloso con Poli e Menez. I viola ci provano da fuori prima con Aquilani, poi con Mati Fernandez: sono le prove generali del gol, perchè al 19′ Ilicic, appena entrato, scarica il sinistro dai 20 metri che beffa Abbiati e gela San Siro. Il pari spinge i rossoneri a imporre nuovamente il proprio gioco, ma come nel primo tempo, Honda e compagni sbattono continuamente contro il muro di maglie viola che diventa ancora più fitto quando Montella sposta Cuadrado e Vargas (subentrato a Mati Fernandez) sulle fasce bloccando così le avanzate di De Sciglio e, soprattutto, Abate. Inutile l’assalto finale degli uomini di Inzaghi che devono accontentarsi di un pari.

MILAN-FIORENTINA 1-1 (1-0)


MILAN (4-3-3): Abbiati 6; Abate 6.5, Alex 6.5, Zapata 6, De Sciglio 5.5; Poli 5.5 (23′ st Bonaventura 5.5), De Jong 7, Muntari 6; Honda 6, Menez 5.5 (35′ st Torres sv), El Shaarawy 6. In panchina: Diego Lopez, Agazzi, Armero, Bonera, Rami, Essien, Saponara, Van Ginkel, Niang, Pazzini. Allenatore: Inzaghi
FIORENTINA (4-3-1-2): Neto 6; Tomovic 5.5, Savic 6, Rodriguez 6, Alonso 5.5; Kurtic 5 (9′ st Ilicic 6.5), Borja Valero 5.5, Aquilani 5; Matias Fernandez 6 (25′ st Vargas 6); Cuadrado 5.5, Babacar 5.5 (36′ st Badelj sv). In panchina: Lupatelli, Tatarusanu, Basanta, Paqual, Joaquin, Richards, Marin, Lazzari, Bernardeschi. Allenatore: Montella
ARBITRO: Banti di Livorno
RETI: 25′ pt De Jong, 20′ st Ilicic
NOTE: Serata serena, terreno in buone condizioni. Spettatori: 50.000 circa. Ammoniti: Cuadrado, Muntari, De Jong, Rodriguez. Angoli: 5-4. Recupero: 0′; 3′. Fiorentina

milan ac
serie A
Protagonisti:
Fonte: Repubblica

Commenti