Udinese, Strama aspetta Di Natale: “Sosta utile, ma non è ancora pronto”

UDINE – La sosta è arrivata come una manna dal cielo per l’Udinese di Andrea Stramaccioni che nelle ultime tre giornate ha rimediato appena un punticino contro il Palermo. “La cosa più importante della gara di Palermo era portare punti a casa, anche a costo di non essere belli. Abbiamo giocato una partita di sacrifico, non siamo stati particolarmente belli, ma abbiamo ottenuto il punto. Ora abbiamo uno scontro diretto e dobbiamo fare bene – il riferimento alla gara col Chievo -, per questo posso dire che la sosta sarà utile a recuperare energie, anche se c’è il rovescio della medaglia, come detto, dei tanti nazionali fuori, anche se, ripeto, rappresenta un onore avere così tanti elementi convocati”.

RECUPERARE DI NATALE E WIDMER – La sosta servirà anche per recuperare qualche giocatore, vedi Di Natale Widmer. “Quello che mi preoccupa di più è Toto’, che per noi in casa è fondamentale da recuperare. E’ una settimana che fa doppie sedute e terapie del caso. Ieri ha provato a calciare, non è ancora a posto, ma ho piena fiducia nel nostro staff medico. L’unico che può destare particolari preoccupazioni è Widmer, che è importante da recuperare, con tutto il rispetto di chi c’e’, anche in caso di possibile utilizzo a gara in corso. Non nascondo, infatti, che il suo infortunio repentino a Palermo ci ha creato qualche problema nell’immediato”.

ASSENZE CON LA STELLA ROSSA – Senza il campionato l’Udinese affronterà in amichevole la Stella Rossa dove saranno assenti, oltre ai nazionali e ai due infortunati già citati, anche Allan, Thereau, Danilo ed Heurtaux. “Allan e Thereau sarebbe un rischio portarli in Serbia – spiega il tecnico alla vigilia -. Allan ha avuto qualche problema fisico nelle ultime partite e deve superarli, Thereau sta smaltendo la lieve distorsione al ginocchio subita a Palermo. Per quanto riguarda la mancata convocazione di Danilo ed Heurtaux, non riuscirei a dargli spazio visti i quattro centrali che faranno parte della trasferta, perciò è preferibile che restino qui a Udine a ricaricare le batterie”.

ONORARE L’IMPEGNO – Per quanto riguarda la gara, “il risultato conta sempre, anche se nelle amichevoli devi anche trarre delle indicazioni, visto che farò molti cambi e giocheranno giocatori che non hanno il ritmo partita. Nell’ultima amichevole internazionale abbiamo fatto 3-3 facendo cose buone e meno buone. Io ho espressamente richiesto amichevoli internazionali così probanti proprio per ottenere queste indicazioni che mi servono. Domani la Stella Rossa di sua iniziativa farà questa festa a Dejan e ci sarà un ambiente caldo. Chi scende in campo, deve onorare l’impegno, perché il rischio è di fare brutta figura. Non carichiamo troppo di aspettative, ma dalla partita mi aspetto delle indicazioni. 014Tolti Pinzi e Guilherme, manca praticamente tutto il centrocampo. Davanti anche si potrà provare qualcosina per vedere l’impatto di alcuni ragazzi interessanti in prospettiva futura”.

NO COMMENT SU MAZZARRI – In conclusione una battuta sull’esonero di Mazzarri che proprio nell’estate del 2013 lo aveva sostituito sulla panchina dell’Inter. “Ero rimasto male, perché a inizio stagione, in buona fede avevo risposto a delle domande, poi ho visto che quello che dicevo veniva usato in maniera diversa da quello che intendevo. Per questo ripeto che la mia testa è focalizzata a 360 gradi sull’Udinese e basta. Non parlo di quello che succede in casa d’altri”.

udinese

serie A
Protagonisti:
andrea stramaccioni
Fonte: Repubblica

Commenti

Questo articolo è stato letto 132 volte