Milan, il derby di Inzaghi tra dubbi e preoccupazioni

Pippo ha pochissime certezze sull’Inter ma anche sui suoi giocatori: l’incognita principale riguarda Abate e De Jong. Preallertati Poli, Essien e Van Ginkel. E poi Menez o Torres, il falso o il vero nueve?

Il primo derby di Pippo Inzaghi da allenatore (già questo fatto basterebbe a renderlo delicato), si porta dietro tanti pensieri e tante preoccupazioni. Vediamo le cinque principali che inquietano il tecnico rossonero:
1) non sa come giocherà l’Inter
2) avrà 7 nazionali assenti (Bonaventura, De Sciglio, El Shaarawy, Honda, Zapata, Armero, Poli)
3) sente pressione: non vince dal 19 ottobre 2014 (Verona-Milan 1-3), 3 punti nelle ultime 4 partite (6 in 5 partite)
4) non sa se Abate e De Jong ce la faranno
5) sa che Samp-Milan senza punta centrale (Honda-Menez-El Shaarawy) ci può stare, ma Milan-Inter no. E il presidente spingerà per un Milan offensivo, propositivo e all’attacco e quindi (dal suo punto di vista) con il numero 9 in campo: Torres. Ma c’è ancora una settimana di tempo.

Quale sarà la formazione per il derby? Recuperati Muntari e Alex, nulla da fare – al momento – per Abate (infiammazione al tendine d’Achille sinistro) e De Jong (bicipite femorale destro). E’ una corsa contro il tempo. Ma sono due intoccabili di Pippo e Pippo se li avrà anche all’ultimo istante li butterà dentro dall’inizio.
Il modulo dovrebbe essere un 4-3-3. Ci sono sette certi di partire dall’inizio. Gli altri sono dubbi e incertezze.

Portiere: Diego Lopez
Terzino destro: Abate, se non ce la dovesse fare toccherebbe a Poli o Essien (lo aveva fatto anni fa con il Chelsea, ma aveva ben altro dinamismo)
Centrale destro: Alex
Centrale sinistro: Rami
Terzino sinistro: De Sciglio
Intermedio destro: Bonaventura o Poli (dipende anche da chi giocherà come centrocampista basso)
Centrocampista basso: De Jong, in alternativa Essien ma soprattutto Van Ginkel (che per adesso ha convinto più in questo ruolo che da intermedio)
Intermedio sinistro: Muntari
Attaccante destro: Honda
Attaccante centrale: solito dubbio Menez o Torres (sta meglio, si era visto anche Samp-Milan)
Attaccante sinistro: El Shaarawy

Nota: il 4-2-3-1 non è da escludere categoricamente, perché con un po’ di assenze, un po’ di coincidenze e tanto coraggio Inzaghi potrebbe anche mettere 4 offensivi. Ma al momento al 90% sarà 4-3-3.

Fonte: SkySport

Commenti