Pogba-Tevez, anche la Lazio soccombe alla Juve: 0-3

All’Olimpico arriva la decima vittoria in campionato per i bianconeri, che restano a +3 dalla Roma. Il francese firma una doppietta, l’Apache sale a quota nove gol nella classifica dei marcatori di Serie A, superando Callejon

LAZIO-JUVENTUS 0-3
25′ e 64′ Pogba, 55′ Tevez

Guarda la cronaca del match

GUARDA LE PAGELLE

Doppietta (e un palo) per Pogba, un assist e un gol per Tevez: grazie a una prestazione eccellente dei suoi gioielli, la Juve trova il successo all’Olimpico dando l’ennesima prova di forza in Serie A. Lazio battuta 3 a 0, bianconeri che si portano a 31 punti mantenendo il +3 dalla Roma, che nell’anticipo di Bergamo ha superato l’Atalanta in rimonta. I biancocelesti, fermi a 19 punti, rischiano ora di essere sorpassati da Genoa, Milan e Udinese.

La partita – All’Olimpico si sfidano i due migliori attacchi del campionato: prima del fischio d’inizio si contano 25 gol per la Juventus e 21 per la Lazio. Per aumentare il distacco Allegri schiera Pereyra – che proprio contro i biancocelesti trovò il suo primo gol in Serie A, ai tempi dell’Udinese – chiedendogli di ispirare Tevez e Llorente. Ma a sbloccare il risultato non è né lo spagnolo né l’Apache. L’1-0 porta la firma di Paul Pogba, che al 25′ batte Marchetti con un destro angolato dal limite dell’area, su un contropiede portato avanti da Tevez. 
Alla mezz’ora è ancora il “Polpo” francese a far tremare l’Olimpico: la sua conclusione alla Del Piero si infrange sull’incrocio dei pali, Marchetti è salvo.
Ma la tregua, per il portiere della Lazio, dura poco. Rientrati dagli spogliatoi dopo l’intervallo, i bianconeri continuano a spingere: al 55′ Marchisio galoppa sulla fascia e serve Tevez, che mira il palo alla destra di Marchetti e non sbaglia, superando Callejon nella classifica marcatori (9 reti per lui). Passano meno di dieci minuti e Pogba chiude i conti segnando il 3-0.
Al 70′ Padoin viene espulso per doppia ammonizione e lascia la Juve in dieci. Allegri inserisce il giovane Mattiello (classe 1995), che entra al posto di un ottimo Pereyra e impegna subito Marchetti con un sinistro fulminante su assist di Pogba. Nel finale c’è tempo per una bella parata di Buffon su Felipe Anderson: per i padroni di casa non è proprio serata.

Un po’ di statistiche –
Juve che allunga la striscia di imbattibilità in campionato nelle sfide con la Lazio, che sale a 20 partite (14 vittorie e 6 pareggi): l’ultimo successo dei biancocelesti riporta al dicembre 2003.
La Lazio, sconfitta nell’ultima giornata con l’Empoli, dopo che aveva raccolto 16 punti nelle precedenti sei partite di campionato, si conferma in un periodo di crisi e rischia di perdere fino a tre posizioni nel giro di 24 ore: dipenderà dai risultati di Genoa, Milan e Udinese.

Allegri meglio di Conte? – Nemmeno la Juventus di Conte aveva mai segnato così tanto (28 gol) e subito così poco (4 reti) nelle prime 12 partite di campionato. I bianconeri hanno tenuto la porta inviolata 9 volte finora – record stagionale nei cinque maggiori campionati europei, condiviso con il Bayern Monaco.

Fonte: SkySport

Commenti