Lucariello: “Oggi la domanda che tutti si pongono è: dov’è finita la bella promessa della scorsa stagione?”

GIANFRANCO LUCARIELLO, giornalista, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i temi sul Calcio Napoli proposti da NapoliMagazine.com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, con Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo in conduzione, per il consueto punto sugli azzurri. Ecco quanto ha affermato: “Quando ci sono tanti gol fa sempre piacere, solo dispiace quando è il Napoli ad incassare tanti gol. D’altra parte con Benitez e Zeman in panchina lo spettacolo è assicurato. Dal punto di vista tecnico non capisco ancora perché dopo il 2-0 il Napoli ha smesso di giocare, evidenziando tutte quelle pecche e quei limiti che avevano frenato il cammino della squadra ad inizio stagione. Le spiegazioni possono essere molteplici, ma sicuramente c’è un difetto di costruzione perché continuano a mancare un centrocampista di livello mondiale e un uomo che abbia carisma per sostenere la squadra nei momenti difficili. Poi c’è il discorso portiere, perché Rafael non è più quello della scorsa stagione, quando ci ha fatto vedere di essere pronto per una piazza come Napoli e, addirittura, della maglia numero 1 della nazionale brasiliana. Oggi la domanda che tutti si pongono è: dov’è finita la bella promessa della scorsa stagione? È chiaro che il grave infortunio subito ne avrà minato la consapevolezza nei propri mezzi e la sicurezza, ma con un portiere in queste condizioni non si può arrivare molto lontano. Non ho idea se la società stia pensando o meno ad un portiere per il mercato di gennaio, si parla di un possibile scambio Andujar-Marchetti con la Lazio più conguaglio, che potrebbe essere l’ipotesi più vantaggiosa per tutti. Penso che Benitez sia orientato verso un turn over ponderato anche perché l’esperienza insegna che quando si cambia tanto si rischia grosso, si può chiudere il discorso qualificazione per poi pensare alla trasferta di Genova contro la Sampdoria”.

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!