Benitez: “Attenti all’Empoli. Da affrontare con rispetto”

Il Napoli attende i toscani di Sarri al San Paolo: “Squadra tatticamente molto valida”, dice il tecnico spagnolo in conferenza stampa, ed aggiunge che Higuain sta bene e potrebbe giocare. Sul mercato: “Ci stiamo muovendo” ma non si esprime su Gabbiadini

Dopo 13 giornate il Napoli è su in alto dietro Juventus e Roma, ma a ben 8 punti dalla seconda, il problema è chiaro a Rafa Benitez che ammette: “La  squadra non riesce a gestire il vantaggio e a  portare a termine una vittoria”.  E spiega: “Stiamo studiando e stiamo anche facendo allenamenti specifici per imparare a non perdere terreno e punti soprattutto quando siamo in vantaggio. E’ una questione di maturità, la squadra deve capire come fare a gestire il risultato. In casa è vero realizziamo meno gol anche se, rispetto allo scorso anno, siamo già più equilibrati. Stiamo lavorando anche su questo”.

Pericolo Empoli – “La squadra sta bene, se non fosse così non avremmo pareggiato in 10 la scorsa settimana contro la Sampdoria, a me piace guardare sempre il bicchiere mezzo pieno. Credo che l’Empoli tatticamente sia la squadra migliore in Italia. Bisogna darne atto. L’ho studiata bene è si muove in maniera strutturata in ogni reparto. L’ affronteremo credendo nei nostri mezzi e con la qualità che ci contraddistingue e, soprattutto, con molto rispetto, non è da sottovalutare. A differenza del Cagliari è strategicamente organizzata anche sulla fascia difensiva. Higuain? E’ disponibile, sta bene, si è allenato in questi giorni, deciderò se farlo giocare”. Importanti saranno la classe e il talento di  Hamsik: “Mi aspetto tanto da lui, l’ho visto giocare tante gare e conosco le sua qualità fisiche e tecniche, so che può dare di più”

La difesa napoletana – Il difensore francese Koulibaly per squalifica non ci sarebbe stato contro l’Empoli (si è anche infortunato nell’ultimo allenamento). “Non ci sarà Koulibaly – spiega il tecnico – ma abbiamo altri, Britos per esempio. Il punto è che tutta la squadra deve migliorare in difesa, ribadisco che il nostro punto debole è che facciamo gol e poi non sappiamo gestire il resto della gara”.

Mercato – “Il presidente ha capito che con l’infortunio di Insigne abbiamo un problema, lo vedo infatti molto attivo sul mercato”, conclude Benitez che, però, sollecitato sulla possibilità di Gabbiadini al Napoli, non risponde. Sul gap che separa il Napoli da Juve e Roma confessa: “Difficile da colmare, dipende dal fatturato. Ricordiamoci che in Italia ci sono quattro squadre che hanno un fatturato superiore. Nel calcio di oggi di solito vince chi può spendere e questo vale ogni anno di più. Chi ha fatturato ampi può preoccuparsi meno del modulo o di altri fattori. Con questo non dico che con un fatturato inferiore non si può vincere – aggiunge –  io ci sono riuscito col Valencia e col Liverpool che avevano fatturati molto inferiori alle avversarie. Ci possiamo riuscire. A Napoli negli ultimi dieci anno è stato fatto un lavoro fantastico ma ora arriva la parte più difficile, quella di puntare ed ottenere le vittorie”.

I convocati –  Rafael, Andujar, Colombo, Maggio, Albiol, Luperto,  Henrique, Britos, Ghoulam, Inler, Radosevic, David Lopez, Jorginho,  Gargano, Callejon, Mertens, De Guzman, Hamsik, Higuain, Duvan.
Il difensore Kalidou Koulibaly, che avrebbe saltato la sfida per squalifica, ha chiuso in anticipo l’allenamento di sabato per una  contusione al malleolo. La radiografia ha escluso lesioni.

Fonte: SkySport

Commenti

Questo articolo è stato letto 167 volte