Sky – Strinic primo obiettivo per la fascia. Pronta l’alternativa low cost

Gabbiadini, e non solo. Dopo l’attaccante il Napoli cercherà un esterno sinistro per tamponare l’assenza di Zuniga (infortunato almeno fino a gennaio) e di Ghoulam, impegnato per la Coppa d’Africa fino ad inizio febbraio. Nel mirino c’è il croato Ivan Strinic del Dnipro. Classe ’87 (27 anni), nativo di Split, è un terzino di piede sinistro che può arrivare già a gennaio da svincolato.

Il suo contratto scade il 31 dicembre 2014, e la cosa ha ingolosito il club azzurro. Ma il discorso non è semplice: a parte una iniziale richiesta di ingaggio non da poco, ci sono costi di commissioni che farebbero lievitare ulteriormente il prezzo dell’operazione. In più, il Napoli ha trovato più di un interlocutore: ci sarebbero almeno due agenti e uno di questi ha parlato di altre offerte importanti per il proprio assistito. Il club azzurro vuole un interlocutore chiaro, quindi si va avanti nella massima cautela.

Strinic ha avuto esperienze in Francia (al Le Mans) e poi in patria all’Hrv Dragovoljac e l’Hajduk Spalato. Poi il passaggio al Dnipro nel 2011, dove terminerà a breve la sua esperienza. In nazionale maggiore ha esordito nel 2010, contando 33 presenze e nessun gol. 22 le presenze nelle rappresentative giovanili, condite da un gol. Terzino “fisico” con spiccate doti difensive, è osservato dal Napoli già da diverso tempo.

Se l’operazione Strinic non dovesse andare a buon fine si potrebbe optare per un prestito. Il budget per gennaio, infatti, è stato assorbito quasi tutto dall’acquisto di Gabbiadini. Ecco perché per la fascia sinistra avanza l’operazione “low cost”. La caccia al rinforzo in difesa prosegue, il Napoli si guarda intorno.

Gianluca Di Marzio

Commenti

Questo articolo è stato letto 370 volte