Sampdoria, Mihajlovic: ”Dopo i primi 30′ li avrei cambiati tutti, poi sono stati bravi ”

TORINO – “Non mi sono piaciuti i primi 30 minuti del primo tempo. Se avessi potuto ne avrei cambiati almeno 8 su 11… L’ho fatto capire ai ragazzi all’intervallo e sono entrati con un altro atteggiamento, sapendo comunque di giocare contro la Juve. Dal 30′ in poi sono stati bravi”. Così Sinisa Mihajlovic analizza l’1-1 centrato in casa della Juventus grazie al gol di Gabbiadini.

“NON PUO’ SEGNARE DI TESTA UNO ALTO 1,60” – “Mi rode che un giocatore alto 1,60 ci faccia gol di testa – osserva il tecnico serbo ai microfoni di Sky Sport parlando del gol di Evra -. Se segnava Morata, Llorente o Bonucci va bene… anche se lui è stato bravo e noi siamo stati dei polli”.

“GABBIADINI? IMPORTANTE PER NOI” – Proprio Gabbiadini pare andare verso il Napoli a gennaio, ma Mihajlovic frena: “Di mercato non parlo e non è questa la sede opportuna, ne parlo con i miei dirigenti e il mio presidente. Abbiamo le idee chiare, Manolo è molto importante per noi ed è molto forte. Deve migliorare, come tutti, anche qualche panchina gli è servita, gioca con più convinzione e cattiveria ed era questo l’obiettivo”.

“MEGLIO NOI COL 4-3-3” – Tornando al match dello Stadium, “quando abbiamo cambiato modulo, con il 4-3-3, abbiamo fatto molto meglio rispetto al 4-3-1-2. Volevamo metterci a specchio, ci mancavano un po’ di giocatori come Silvestri, De Silvestre e Soriano, ma chi ha giocato ha fatto un’ottima partita. Dopo i 30 minuti. Prima ne avrei cambiati 8 su 11…”, conclude Mihajlovic.

serie A

sampdoria
Protagonisti:
sinisa Mihajlovic
Fonte: Repubblica

Commenti