Parma venduto, ma Doca frena: non sono ancora il Presidente

A 24 ore dall’ufficializzazione dell’ organigramma arriva la parziale smentita del nuovo Presidente dei ducali che precisa di “non aver ancora firmato l’atto notarile”. Il Parma conferma la presentazione della nuova struttura societaria per il 19 dicembre

Ieri le dichiarazioni ufficiali sul sito della società, oggi la parziale smentita: Pietro Doca, al secolo Petrit Doka, il 42enne lodigiano di origine albanese con una gioielleria a Piacenza indicato ieri come il nuovo presidente del Parma Fc, oggi ha deciso di fare un passo indietro smentendo di essere già alla guida del club ducale. Con un sms inviato all’Ansa, ha ribadito le dichiarazioni rilasciate nel pomeriggio ad un giornalista di Piacenza, in cui negava appunto che fosse stato raggiunto l’accordo per il passaggio del club emiliano.

Considerato quanto emerso – ha affermato Doca a Piacenza24.eu – preciso che ad oggi il Parma calcio non è stato ufficialmente ceduto mediante atto notarile di compravendita e la proprietà è ancora del dottor Ghirardi. La trattativa di acquisizione era in dirittura di arrivo, l’obbiettivo era giungere all’acquisizione del club emiliano laddove venissero verificate tutte le condizioni necessarie. Pertanto ad oggi non è stato raggiunto alcun accordo definitivo.
Pietro Doca non è quindi ancora presidente del Parma Calcio, sempre secondo le dichiarazioni, ed il club, almeno al momento, resta nelle mani di Tommaso Ghirardi.
Il gioielliere lodigiano avrebbe firmato nella giornata di ieri solo una lettera di intenti di fronte al massimo dirigente ducale e nessun atto notarile ufficiale. Resta da capire se Doca abbia deciso autonomamente di fare questo parziale passo indietro o qualcuno della cordata che lo sostiene, Rezart Taci o il misterioso socio russo-cipriota, non abbia deciso un improvviso ed inatteso passo indietro.

Il Parma conferma invece la chiusura della trattativa: resta fissato per venerdì 19 dicembre l’appuntamento con la conferenza stampa di presentazione del nuovo organigramma societario gialloblù.

Fonte: SkySport

Commenti