Ancelotti: “Il Milan deve tornare a giocare in Champions”

Alla vigilia dell’incontro tra il Real Madrid e i rossoneri l’allenatore delle merengues promuove Inzaghi: “Ha entusiasmo e migliorerà velocemente”. Su Cerci: “Era difficile trovare spazio all’Atletico”. Il Pallone d’Oro: “A Ronaldo, è stato il migliore”

Una chiacchierata tranquilla con Carlo Ancelotti che ha parlato di molti temi legati al suo passato ma anche al presente. L’allenatore del Real Madrid ritroverà Pippo Inzaghi sulla panchina rossonera: “Significa che sto diventando vecchio – dice –  E’ una bella sensazione rigiocare contro il Milan con Pippo da allenatore. Mi aspettavo che lui potesse farlo, ha tanto entusiasmo”. Non è un mistero che Inzaghi abbia un filo diretto con Ancelotti: “Con lui parlo delle difficoltà che incontra, gli do dei consigli ma non ne ha bisogno perché ha entusiasmo e questo lo aiuta a migliorare”. Sugli obiettivi che deve rincorrere il Milan: “Deve avere l’obiettivo di tornare a giocare la Champions – spiega ancora – Cambiano i tempi, è un periodo diverso per il calcio italiano, mancano i grandi investitori. C’è un’altra avventura legata alla crescita dei giovani, occorre un po’ di pazienza”.

Sulla Juve in Champions: “Le manca un po’ di esperienza per fare il passo successivo. Il nucleo storico con cui hanno vinto gli ultimi campionati non hanno acquisito quell’esperienza che serve. Roma o Juve? La guardo dall’esterno”. SuTorres: “Non ha avuto il tempo per ambientarsi, poi è capitata questa opportunità di tornare a casa e lì troverà l’ambiente giusto. Anche al Chelsea arrivò in un ambiente nuovo, non è stato facile per lui”.

Un giudizio sull’avventura spagnola di Cerci. “E’ arrivato in una squadra difficile da cambiare, per lui era difficile trovare spazio, queste sono le difficoltà che ha incontrato”. Pallone d’Oro a Cristiano Ronaldo? “Ha fatto meglio di tutti nel 2014. Deve vincere il migliore dell’anno. Io? Si può discutere ci sono tanti altri allenatori che hanno fatto molto bene”.

Fonte: SkySport

Commenti