Lazio, Lotito punge Totti e la Roma: ”Selfie inopportuno, non vinceranno lo scudetto”

ROMA – “Lo scudetto? Dal punto di vista tecnico è impossibile che la Roma lo vinca, la Juventus è più forte”. Questa l’analisi del presidente della Lazio Claudio Lotito ai microfoni di Radio Due all’interno del programma “Un giorno da Pecora”. Poi la scommessa con il conduttore della trasmissione: “La Roma non vincerà lo scudetto, ci scommetto la presidenza della Lazio”. Lo dice scherzando, è evidente. Ma le parole non passano di certo inosservate. È serio invece il presidente biancoceleste quando torna a parlare del derby: “Per noi due punti persi. Se mi faccio i selfie? No, io sono un analogico, non un tecnologico. Il gesto di Totti è stato inopportuno, sono cose che non c’entrano nulla con il calcio. Non che possa creare incidenti, ma può stimolarli in una situazione esacerbata. È stato fuori luogo e comunque il mio capitano non lo avrebbe mai fatto”.
GUARDA I GOL DI ROMA-LAZIO

ANDERSON RISPONDE A TOTTI: “LA FOTO MIGLIORE SI VEDE ALLA FINE” –
Parla del selfie del numero dieci giallorosso anche Felipe Anderson, stella incontrastata della Lazio dell’ultimo periodo, autore di un gol e un assist al suo primo derby giocato: “Avremmo potuto ridurre il divario con la Roma, ma tutto può ancora succedere: andiamo avanti, vediamo chi uscirà meglio nella foto finale”. Poi il talento ex Santos analizza la partita: “Peccato per il pareggio – racconta a espn.br – eravamo a un passo dalla vittoria. Per me rimarrà un giorno speciale e memorabile. Un gol al mio debutto nel derby è stato qualcosa di meraviglioso, un’emozione sognata fin dal primo giorno che ho indossato la maglia della Lazio. So che tutti si aspettavano tanto da me. Era un banco di prova importante e grazie a Dio sono stato in grado di aiutare di nuovo la mia squadra”.

SALVATORI, MEDICO BIANCOCELESTE: “PREOCCUPANO LE CONDIZIONI DI DE VRIJ” – Purtroppo nel secondo tempo è stato sostituito a causa di un duro colpo ricevuto da Astori nel finale di primo tempo: “Ho subito un colpo molto forte alla coscia che mi ha subito preoccupato e mi impediva di correre normalmente. Alla fine sono dovuto uscire, ma credo non sia nulla di grave”. Lo conferma indirettamente anche il medico sociale Salvatori ai microfoni di LazioStyleRadio: “Si tratta di un trauma contusivo. Nello spogliatoio l’atleta lamentava un dolore muscolare alla coscia destra, ha provato a tornare in campo senza alcun risultato però. Per quanto riguarda de Vrij, l’olandese ha un problema da un po’ di settimane alla fascia plantare del piede destro, mi ha detto subito di non riuscire più a correre e con grande rammarico l’abbiamo dovuto sostituire. Verrà monitorato, faremo una risonanza per capire la situazione. Stefan ci preoccupa di più ma siamo ottimisti”.

MERCATO: SI RIDUCE LA DISTANZA CON L’AZ PER HOEDT – Filtra ottimismo anche nella trattativa con l’Az per il difensore olandese Wesley Hoedt. La proposta della Lazio è ferma da qualche giorno a 900mila euro, mentre il club di Alkmaar sta abbassando molto le sue pretese iniziali. Si parla di una richiesta vicina a 1,5 milioni, cifra bene diversa dall’iniziale pretesa di ottenere 3 milioni per un giocatore di 20 anni in scadenza di contratto. La distanza tra domanda e offerta ora è molto più sottile e la sensazione è che la Lazio sia pronta per fare un ulteriore sensibile rilancio, quello che potrebbe rivelarsi decisivo. Sono attese novità nelle prossime 48 ore.

ss lazio

serie A
Protagonisti:
claudio lotito
Fonte: Repubblica

Commenti