BASKET – Alla Dike non basta il cuore, sconfitta al fotofinish

Si apre con una sconfitta il 2015 casalingo al PalaVesuvio per la Saces Mapei Coconuda Napoli.  Dopo l’omaggio dei Talita Kun a Pino Daniele con una speciale coreografia per onorare ancora una volta il cantante partenopeo, la Dike scende sul parquet concentrata e vogliosa di continuare la striscia positiva casalinga. Per le ragazze in maglia arancioblue è la prima sconfitta della gestione Ricchini sul parquet amico di Ponticelli.
Pronti via e Napoli piazza in 60’’ un parziale di 9-0 grazie alla tripla di Andrade ed ai canestri di Pastore e Fassina che costringono coach Abignente a chiamare subito time-out. Dopo la sospensione Victoria Macoulay realizza il libero aggiuntivo che vale il 10-0. La Saces quindi  rallenta il ritmo concedendo un lento ma costante rientro delle avversarie. Sbrissa firma il 10-2 ma commette anche tre falli che la escludono dal finale di tempo e per tutta la seconda frazione. Macoulay firma il 13-2, Gianolla con una tripla porta le ospiti sul 13-5, libero di Macoulay e due punti di Fabbri che costringe Ricchini a chiamare time out sul 14-7. Coconuda che esce bene dal minuto e trova il canestro con Pastore (16-8). San Martino è in bonus e Napoli non riesce a sfruttare a dovere l’arma della lunetta. Alla sirena siamo 16-8 con un vantaggio ancora rassicurante. Nel secondo parziale la musica cambia perché la Fila appare più convinta e Fabbri è mattatrice  (7 punti) mettendo in difficoltà a rimbalzo la Mapei. Le venete trovano il primo canestro del secondo periodo dopo quasi due minuti (16-12). Napoli non sta a guardare e  vogliono iscriversi anche loro a referto con Macaulay fermata però dalla sirena dei 24’’. Le padovane ne approfittano impattando 16-16 e poi sorpassando le padrone di casa e costringendo a chiamare time-out a coach Ricchini. Si va avanti punto a punto con due rocamboleschi canestri di Fontanette e Pye fino al 23-26 che manda le squadre negli spogliatoi. Al rientro sul parquet il ritmo è lento ed il punteggio rimane basso con pochissimi canestri nei primi 5’ della terza frazione. Dal nulla la gara si infiamma e Napoli sprofonda -9. La Dike non molla e Victoria punta continuamente sia Sbrissa che Fabbri che è costretta due volte a fermarla con un fallo.  Mapei che si rifà sotto sul 33-38 a 4’20’’ dalla sirena e sospensione subito chiamata dalla Fila. Dacic sbaglia un facile canestro e le padovane vanno in bonus con Sbrissa che esce dalla gara per il 5 fallo commesso (dopo soli 11’ minuti di campo). Napoli esce bene dal time-out e Striulli fa impazzire la difesa avversaria andando più volte in lunetta (4/8) che valgono il 36-41 di fine terzo periodo. Ultimo parziale che si apre con la penetrazione di Macaulay e due triple consecutive di Pastore e Fassina (44-47) a 7’35’’. San Martino prova a non perdere la testa ma Macaulay conquista ancora un rimbalzo e dopo un’ottima azione corale c’è il canestro del -1 di Andrade.  Il pubblico si infiamma, la Dike è tornata prepotentemente in partita e Macaulay con i suoi liberi ci porta 48-47. Bailey risponde con altrettanti 2/2, ancora Pastore fa 100% dalla lunetta (51-49). A 3’ dalla fine Napoli è in bonus ma San Martino ha Fabbri con quattro falli che, nonostante gli aiuti di Filippi, non riesce a contenere una straripante Macaulay ed è orfana di Sbrissa, uscita per cinque falli. Con la persa di Filippi la Saces è avanti di tre grazie ad Andrade. Gianolla vale il 53-51. Palla in mano a Napoli che la perde sanguinosamente concedendo in contropiede un facile canestro a Bailey e costringendo Ricchini al time-out (52-53). Victoria riporta le padrone di casa ancora avanti (54-53) ma poi sbaglia due liberi importantissimi nell’economia della gara perché sul rimbalzo del secondo tiro libero Andrade commette il suo quinto fallo mandando in lunetta Fabbri che fa 0/2. A 20’’ dal termine (54-55) Pastore subisce fallo e Ricchini chiama time out. Macaulay ha l’obbligo di puntare Fabbri e di prepotenza realizza il canestro del vantaggio Dike (56-55 a 12’’). Bocchetti commette fallo andando a difendere generosamente su Bailey. La numero dieci ospite è fredda e realizza  entrambi i liberi per il 56-58. Ancora San Martino in lunetta che fa 1/2 sbagliando il secondo con Napoli che riparte subito in contropiede con Bocchetti che però perde palla.  A 3’’ dal termine la gara è praticamente chiusa ed a nulla vale l’ultimo canestro di Bocchetti (58-59).  A tempo scaduto Bailey realizza i liberi del 58-61 finale.
Intervista a Martina Fassina: “Abbiamo iniziato molto bene con un parziale di 10-0, il punteggio poi è stato molto basso ed abbiamo avuto qualche difficoltà in difesa facendoci recuperare. Sotto di nove però ci abbiamo messo il cuore per recuperare e nonostante tutte le difficoltà con il gioco da tre che attaccava la loro zona eravamo rientrate.  Peccato per la sconfitta perché la gara era recuperata e potevamo portare a casa i due punti”.
Prossimo turno in trasferta ad Umbertide domenica 25 gennaio.

Dike Basket 58
San Martino di Lupari 61

Saces Mapei Coconuda Dike Napoli
Pastore 12, Bocchetti 2, Striulli 3, Fontenette 6, Macaulay 14, Dacic  2, Andrade 7,Fassina 12, Ntumba ne, Visone ne.
All. Roberto Ricchini
Fila San Martino di Lupari
Filippi 4, Favento 8, Fabbri 14, Sbrissa 2, Gianolla 11, Beraldo ne, Putnina ne,  Bailey 14, Amabiglia ne, Pye 8, Tonello ne.
All. Gianluca Abignente
Note: parziali (16-10);(23-26);(36-41); uscite per cinque falli Sbrissa (SM) e Andrade (Na)
Arbitri: Capurro di RC, D’Amato di Roma, Del Monaco di Maddaloni;

Commenti