Iavarone: “Napoli, è il momento di Gabbiadini, senza Higuain minimo sei punti in meno”

TONY-IAVARONE-620x330TONI IAVARONE, giornalista, responsabile di Toniiavarone.it, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i tempi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, condotto da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Per fare un calcolo approssimativo, il Napoli senza Higuain avrebbe minimo sei punti in meno, calcolando solo le partite con Fiorentina e Roma. Questi sono i grandi giocatori, i fuoriclasse che danno grinta e mordente alla squadra, infiammano il tifo e sono la fortuna delle squadre, non per nulla gli unici che giocano in Italia lo fanno nelle prime tre in classifica e sono Tevez e Pogba della Juventus, Totti della Roma e, naturalmente, Higuain del Napoli. Gli azzurri non hanno giocato la migliore partita, si dice che abbiano giocato all’italiana, ma anche all’italiana si può giocare meglio. Il Napoli ha una rosa sicuramente importante per centrare almeno il terzo posto, perché credo che la Roma farà molta più fatica a difendere la seconda posizione e perché in questo girone di ritorno dovrà cancellare le incertezze patite in quello di andata, soprattutto all’inizio. Hamsik si sveglia facendolo giocare con meno compiti, con un centrocampista in più, in una posizione più consona alle sue caratteristiche. Strinic mi è piaciuto molto perché ha dimostrato di sapersi adattare subito alla nuova realtà ed ha fermato anche un giocatore pericoloso come Candreva. Contro l’Udinese spero sia dato spazio dal primo minuto a Gabbiadini che sono sicuro si dimostrerà il miglior acquisto in assoluto del mercato di gennaio”.

 

Commenti

Questo articolo è stato letto 496 volte

avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!