Marciano: “Britos scelta obbligata, difficile affrontare tanti impegni in una settimana”

marcianoNUNZIA MARCIANO, giornalista di Canale 8, è intervenuta a “NAPOLI MAGAZINE”, trasmissione radiofonica dedicata al Calcio Napoli, che approfondisce i tempi proposti sul web da NapoliMagazine.Com, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 14.30 alle 16.00, su Radio Punto Zero, condotto da Michele Sibilla e Antonio Petrazzuolo. Ecco quanto ha affermato: “Quello con De Guzman è stato un discorsetto virtuale a quattro occhi perché proprio contro il Genoa ci aspettavamo facesse quanto fece all’esordio a Marassi. Gli vogliamo tanto bene, soprattutto per il suo sorriso sempre stampato sul suo viso e perché con il lavoro ed il sacrificio, si è conquistato un posto da titolare, ma non deve più farci brutti scherzi come quelli della partita con il Genoa. Il ”ci può stare” di Benitez vale sempre, ma quando c’è una sistematica azione a favore di una squadra, evidentemente, qualcosa non va e l’ennesima svista a favore della Juventus ne è la conferma. Credo che chi arbitra i bianconeri sia oramai sempre condizionato perché sente su di se gli occhi di tutta la mezza Italia non juventina. La scelta di Britos per sostituire Koulibaly è obbligata perché è l’alternativa naturale al francese. Non sarà facile affrontare tanti impegni in una sola settimana con una rosa non abbondante, ma nelle ultime partite ho notato una capacità di reazione maggiore rispetto al recente passato. Questo è un momento molto delicato perché offre al Napoli la possibilità di affrontare squadre, sulla carta, abbordabili con le altre pretendenti alla Champions in oggettiva difficoltà. Speriamo che gli azzurri siano capaci di cavalcare l’onda”.

 

 

 

Commenti
avatar

Tilde Schiavone

Sono una persona che riesce a star bene con se stessa solo se intorno a lei c' è armonia, questo è il motivo per cui cerco di risolvere i conflitti esistenti tra le persone che mi circondano;non amo i gioielli, specialmente quelli costosi, preferisco gli accessori di poco valore; non amo ricevere in regalo i fiori recisi: preferisco ammirarli nei giardini dove compiono il loro naturale ciclo vitale e non nei vasi dove hanno vita breve..Amo il blues,il canto del dolore, e il mio sogno è raggiungere un giorno quei luoghi che lo hanno visto nascere; Amo gli indiani d' america, la loro spiritualità e la loro cultura. non vivrei senza i dolci e la pizza. Sono campanilista, napolista, meridionalista ...maradonista. Adoro gli animali, ritengo che non siano loro le bestie e sono vegetariana. Non mi piace parlare, quel che sento preferisco scriverlo, so esprimermi meglio con una penna in mano anziché dinanzi a un microfono, amo inoltre il folclore della mia terra e cerco, attraverso l' Associazione Culturale Fonte Nova d cui sono Presidente, di preservarlo e diffonderlo ... e duclis in fundo AMO LA MIA NAPOLI, senza se e senza ma, ringrazio Dio perchè ha fatto sì che nelle mie vene scorresse il sangue del Sud!