Milan, Destro dice sì. ”Sono contentissimo”

MILANO – Mattia Destro ha accettato la proposta del Milan. Il centravanti marchigiano ha lasciato Roma nel primo pomeriggio per raggiungere Milano. Il mezzo di trasporto è lo stesso utilizzato ieri da Galliani per la missione di convincimento nei confronti dell’attaccante giallorosso nella Capitale: il treno Freccia Rossa. L’ex punta del Siena, 23 anni, ha detto sì ai rossoneri lasciando da parte le sue perplessità legate soprattutto al diritto di riscatto dopo questi mesi di prestito. Avrebbe preferito l’obbligo per scongiurare l’eventualità di un nuovo cambio di maglia in estate, ma i continui contatti con Galliani lo hanno spinto a credere che quasi sicuramente il club rossonero lo riscatterà a giugno. Hanno contribuito anche i consigli del padre Flavio, ex difensore negli anni ’80.

“CONTENTISSIMO DELLA SCELTA” – “A Milanello per una nuova sfida, convinto e determinato. E’ già iniziato il countdown verso San Siro”, ha scritto sul suo profilo Facebook il giocatore che ha voluto salutare la città dove ha giocato nell’ultimo anno e mezzo: “Grazie Roma. Ero un ragazzino e mi hai fatto diventare grande. E qui ho scoperto che l’Amore con la A maiuscola esiste davvero” (riferimento alla moglie Ludovica Caramis, conosciuta nella Capitale). Un breve passaggio a Trigoria per prendere le sue cose lasciate al centro sportivo giallorosso, poi via verso la stazione dove ha rilasciato la sua prima dichiarazione da calciatore del Milan: “Sono contentissimo di questa scelta”.

PRIME VISITE MEDICHE – Destro è arrivato intorno alle 17 alla stazione centrale di Milano. Ad accoglierlo numerosi tifosi rossoneri e l’amministratore delegato Adriano Galliani. “Sono contentissimo. Non c’era nulla da convincere, il Milan è il Milan. L’unica cosa che conta è che sono arrivato qui e voglio iniziare subito a lavorare. Colpito da questo entusiasmo? Sì”. “Sono piacevolmente sorpreso, non mi aspettavo così tante persone ad attendere Mattia”, ha confermato Galliani. “L’entusiasmo è importante, serve sicuramente e spero che si traduca in risultati in campo”, ha proseguito l’ad rossonero che poi ha fatto un punto sul mercato del “Diavolo”. “Pazzini resta. C’è un accordo tra il Milan e il Genoa per Armero, ma il giocatore non ha accettato il trasferimento. Il mercato in entrata è chiuso”.
Il Milan pagherà subito 700.000 euro. Il riscatto è fissato a 16.5 milioni. L’ingaggio del giocatore dovrebbe essere pari a più di 2 milioni. Contratto fino al 30 giugno 2019 (ovviamente in caso di riscatto a giugno). Si concretizza così l’inseguimento che il Milan aveva iniziato la scorsa estate senza successo. Il pressing è ricominciato a gennaio in concomitanza con i risultati disastrosi della squadra rossonera. Per Destro è un ritorno nella città dove è cresciuto calcisticamente, giocando dal 2005 al 2010 nel settore giovanile dell’Inter.

CENTRAVANTI PER IL 4-4-2 – Ora Inzaghi ha a disposizione un altro centravanti per tentare il passaggio al 4-4-2 del quale ha parlato dopo il ko in Coppa Italia con la Lazio (con Menez seconda punta). L’ex giallorosso e Pazzini hanno queste caratteristiche. Le aveva Torres che però è stato girato all’Atletico Madrid per avere Cerci. Lo spagnolo sta continuando a segnare gol da partitissima, come quello di ieri sera al Barcellona in Coppa del Rey.

milan ac

serie A
Protagonisti:
mattia destro
Fonte: Repubblica

Commenti