Inter, Mancini: ”Cassano? Ci serve altro”

MILANO – Domani c’è il Sassuolo, ma alla vigilia della partita in programma al Mapei Stadium è il mercato a farla da padrone. Argomento sul quale Roberto Mancini è chiarissimo: “Non abbiamo parlato di Cassano. In mezzo abbiamo pochi uomini, quindi ci sarà bisogno di un intervento in questo ruolo, così come a centrocampo. La rosa deve essere più completa. Siamo scoperti in queste zone, non in attacco”. Un no – forse momentaneo – anche a Ledesma “Non è una soluzione per l’immediato. Altri rinforzi? Non saprei, vedremo. Mancano ancora due giorni e vedremo ciò che accadrà”. Nonostante il pensiero dell’allenatore, il talento di Bari Vecchia resta un’ipotesi suggestiva, soprattutto per qualche dirigente del club di Thohir che vorrebbe riportarlo alla Pinetina. Con o senza la benedizione di Mancini.

E’ ottimista circa i recuperi per domani?
“Abbiamo problemi in difesa. Spero di recuperare Ranocchia anche se con i terzini siamo messi male. Qualcosa faremo”.
Contro il Sassuolo è il momento del salto di qualità?
“Abbiamo già iniziato il ciclo contro il Torino, anche se non è andata bene. Nel calcio ci vuole anche fortuna. Il Sassuolo è una squadra forte. Sono molto insidiosi, giovani e quando giocano contro le big vanno al massimo. Tutta la squadra sta andando bene e non hanno pressione. Complimenti a Di Francesco”.
Si aspetta anche un passo in avanti a livello di personalità?
“Stanno migliorando tutti, anche se le vittorie sono state poche. Sono ottimista. In difesa stiamo crescendo”.
Podolski può fare la prima punta?
“Certamente, ha esperienza e ha già giocato in passato in questo ruolo”.
Icardi ricorda Balotelli e Adriano?
“Ci sono dei giocatori che da giovani sono considerati fortissimi, salvo poi non continuare sulla stessa linea. Sono comunque convinto che Icardi diventerà un grande bomber. Dipenderà da lui. Ora non possiamo pensare che sia al livello dei vari Tevez, Ibrahimovic o Aguero”.
La settimana post-Torino a cosa è servita?
“I giocatori possono fare il salto di qualità e ho notato la crescita. Bisogna solo fare gol, facendo anche ‘funzionare il cervello’. Sono convinto che ci riusciranno, hanno le qualità per poterlo fare”.
Sul mercato servirebbe più una prima punta o una seconda punta? Rhodolfo le piace?
“Ho seguito il brasiliano per tanto tempo, prima di intervenire in attacco dobbiamo fare qualcosa in altri ruoli”.
Perché Bonazzoli potrebbe andare via?
“E’ ancora con noi. A volte dobbiamo trovare delle formule in direzione Financial Fair Play”.
Brozovic-Kovacic possono essere la coppia di centrocampo?
“Marcelo può essere impiegato in diversi ruoli, anche nel centrocampista a tre. Essendo giovane può essere impiegato anche in altre zone”.
Se martedì le dicessero ‘Le diamo Cassano’ direbbe di no?
“Il problema non è avere Cassano o Balotelli… faremmo un bel mix (ride, ndc). La cosa importante è trovare quel profilo in grado di dare una mano alla squadra, anche i giovani di prospettiva vanno benissimo. Bisogna anche rischiare con qualche spesa nella speranza che il giocatore possa essere prezioso dopo qualche mese. Dobbiamo intervenire nelle zone in cui abbiamo maggior bisogno”.

Inter

serie A
Protagonisti:
Roberto Mancini

Fonte: Repubblica

Commenti