Contestato da alcuni tifosi, ma Gargano è un leone in campo

Coppa Italia- Napoli-Inter  garganoLa bella vittoria in Coppa Italia contro l’Inter di ieri sera ha presentato un Napoli tonico, cinico e grintoso. La rete di Higuain allo scadere dimostra quanto astuzia e scaltrezza contino molto nel gioco del calcio con il passaggio del turno ipotecato attraverso un gol che vale la semifinale contro la Lazio fra poco meno di un mese. Tuttavia nella magica serata azzurra di ieri sera c’è anche spazio anche per le contestazioni, come lo striscione esposto dalla curva rivolto a Walter Gargano con scritto “PS4, 77 seleziona l’altra squadra” in merito alle dichiarazioni dell’uruguaiano ai tempi della sua militanza in nerazzurro: “Da piccolo la sceglievo sempre alla PlayStation”. Evidentemente la grinta del Mota espressa in campo non serve a far dimenticare il suo passato. C’è spazio anche per uno striscione in memoria di Vincenzo Spagnolo, tifoso del Genoa scomparso il 29 gennaio 1995: ““20 anni dopo: Napoli ricorda Spagna”. Destano stupore e incredulità invece il resoconto dei controlli effettuati nel pre-partita di Napoli-Inter: a bordo dei pullman di marca nerazzurra sono stati trovarti e sequestrati cinque coltelli. La polizia inoltre ha fermato due mezzi provenienti da Milano con a bordo 70 ultrà ai bordo dei quali sono stati trovati aste da bandiera e canne da pesca in legno ed ancora coltelli. I tifosi ai quali è stato vietato l’accesso allo stadio sono stati identificati: adesso rischiano tutti il Daspo.

Corriere dello Sport

Commenti