Roma, out Totti e Maicon. Garcia: “Doumbia è pronto”

Alla vigilia della partita contro il Parma, l’allenatore giallorosso non vuole passi falsi: “Pensiamo alla prossima partita, non all’Europa League”. Assente il capitano: “Sta meglio ma non sarà convocato, meglio non correre rischi”
“Non abbiamo scelta, solo la vittoria è un risultato positivo”. Alla vigilia della sfida contro il Parma ultimo in classifica, Rudi Garcia vuole i tre punti. I giallorossi puntano a rimanere nella scia della Juve e, magari, a rosicchiare punti alla capolista. Gli emiliani sono alle prese con una grossa crisi finanziaria.
Concentrazione sul Parma – “Nonostante la classifica, il Parma non rinuncia a giocare. È una squadra che non molla, noi dobbiamo mettere in campo la massima concentrazione per dimostrare che in classifica c’è un certo divario tra noi e i nostri avversari”, aggiunge Garcia, che non vuole distrazioni legate ai prossimi impegni di Europa League e alla supersfida con la Juventus, in programma il 2 marzo: “Dai miei giocatori mi aspetto il massimo per la sfida con il Parma. Non voglio sentir parlare di giovedì e meno ancora voglio sentir parlare del 2 marzo”.

Ecco Gervinho e Doumbia – Dopo il successo con il Cagliari, la Roma avrà Gervinho e il neo-acquisto Doumbia. I due attaccanti ivoriani sono reduci dal trionfo in Coppa d’Africa. Senza Gervinho, i giallorossi hanno stentato in fase offensiva. “Nessuno è indispensabile, lo penso  al 100%. I cimiteri sono pieni di persone indispensabili. Nessuno, tra i miei calciatori, è indispensabile. Ma ognuno serve al collettivo

Nessuna pressione per il nuovo arrivo – “Noi abbiamo sempre segnato, tranne il match di Coppa Italia con la Fiorentina. È vero che se facciamo anche il secondo gol è più facile vincere le partite. Dobbiamo essere più efficaci in attacco, ma è fondamentale essere più solidi in difesa. Finché creiamo occasioni, va bene”, dice Garcia, che non ha intenzione di buttare subito nella mischia Doumbia. ” È un bomber, un attaccante che segna. Ci aspettiamo che faccia questo. Ha fatto solo un allenamento con noi, non deve avere pressione. Deve entrare nel gruppo, questo è il primo obiettivo. Dopo la partita con il Parma, avremo tempo per lavorare. È pronto per cominciare”.
Assenti Totti e Maicon – Contro il Parma, non ci saranno Totti, reduce dall’influenza, e Maicon, out a causa di alcuni problemi al ginocchio. “Totti sta meglio, sta recuperando, ma non sarà convocato. Non correrà rischi, è stato troppo debole nei giorni scorsi. Meglio che continui a prepararsi tranquillamente”,  ha aggiunto Garcia, prima di parlare di Maicon. “Ha cominciato la stagione in maniera ottima, poi ha avuto problemi al ginocchio e ora è fermo. Speriamo che lo stop sia breve. Non sta bene, ci auguriamo possa tornare presto: “Abbiamo tanti impegni e sarebbe meglio affrontarli con il Maicon che conosciamo tutti, un giocatore devastante”.
“Lasciate tranquillo Verde” – A Cagliari è stato determinante il baby Verde. “L’ho preso io dalla Primavera, da inizio dicembre fa parte della mia rosa – la rivendicazione di Garcia-. Ora, per favore, lasciatelo tranquillo: ha fatto una buona gara e ogni giorno si è parlato di lui. Ha 18 anni, deve crescere e non bisogna mettergli troppa pressione. Non bisogna bruciarlo: contro il Parma può giocare dall’inizio, può entrare dalla panchina o può anche non giocare. È un ragazzo umile e deve mantenere questo atteggiamento. L’importante è che ha un futuro”. Inutile stuzzicare Garcia sulla telefonata tra il presidente laziale Claudio Lotito e Pino Iodice, dg dell’Ischia: “Il  mio presidente si è espresso su questa vicenda, io mi occupo di campo”.

Fonte: SkySport

Commenti